Trasmettere la Fede nelle Marche. Il lavoro dei Vescovi

I Vescovi delle Marche si sono riuniti giovedì 23 febbraio, nel pomeriggio a Loreto, dopo aver partecipato all’incontro di riflessione e preghiera del clero marchigiano.

 

Al centro dei lavori la preparazione del 2° Convegno Ecclesiale Regionale che si terrà dal 22 al 24 novembre 2013 sul tema “Alzati e và… Vivere e trasmettere oggi la fede nelle Marche”. A partire dall’icona biblica di Atti 8, 26-40, dove Filippo viene inviato ad evangelizzare un etìope, le Chiese delle Marche si interrogheranno sulle sfide della trasmissione della fede nella nostra regione a 20 anni dal primo Convegno celebrato nel 1993. L’appuntamento del 2013 aiuterà le comunità ecclesiali delle diocesi marchigiane ad approfondire l’oggi della fede alla luce del Concilio Vaticano II, di cui ricorrono i 50 anni dell’apertura, secondo le indicazioni della lettera di Benedetto XVI “Porta fidei” e nella prospettiva delineata dagli Orientamenti pastorali della Chiesa italiana “Educare alla vita buona del Vangelo”. Nel corso della quaresima saranno distribuiti in tutte le comunità ecclesiali della regione un messaggio e una lettera pastorale dei Vescovi marchigiani, nella quale si farà riferimento all’eredità del recente Congresso Eucaristico Nazionale di Ancona. Si avvierà così il cammino di preparazione al Convegno del 2013 che sarà coordinato da un Comitato preparatorio composto da 140 membri rappresentanti delle realtà ecclesiali della regione.

Nel corso della riunione sono stati inoltre visionati i dati relativi all’attività degli Oratori, che nella Regione sono ad oggi 215, prendendo atto del significativo sviluppo, sia quantitativo che qualitativo, sostenuto e incentivato anche dall’apposita legge regionale di cui i presuli hanno confermato l’utilità e il beneficio. È stata esaminata la situazione delle scuole cattoliche e in particolare, con l’audizione di Don Gesualdo Purziani, ci si è soffermati sulle crescenti difficoltà economiche delle scuole materne. È stata ribadita la necessità di approfondire le relative questioni con i competenti organi della Regione e con le realtà amministrative locali.

È stata presentata, inoltre, un’importante iniziativa per la formazione di operatori nel campo della tutela dei minori. È stato approvato il bilancio consultivo della C.E.M. per il 2011 e sono state assegnate tra i vescovi alcune deleghe per i vari settori pastorali. È stato programmato per la prossima riunione l’incontro con gli organismi dei Superiori degli Istituti di Vita Consacrata, Cism e Usmi.

Data inserimento: 2012-02-25 09:49:53

Data ultima modifica: 2012-02-27 10:56:28

Scritto da: redazione