"La Steat ai vertici regionali per qualità del servizio. A Santa Petronilla c'è stato un disguido occasionale, le nostre scuse agli utenti". Alessandrini il giorno dopo la protesta

Era arrivata ieri alla nostra redazione la segnalazione degli utenti del servizio navetta che collega il quartiere fermano di Santa Petronilla con Piazza del Popolo. La corsa delle 15.29 era mancata all'appello più volte, la Steat non aveva dato risposta alle sollecitazioni e presto sarebbe scattata la denuncia. Oggi a rispondere è la stessa ditta di trasporto pubblico urbano. 

La Steat, per mezzo del presidente Fabiano Alessandrini, fa sapere che le segnalazioni arrivate negli uffici competenti sono due: una nella prima metà di marzo e l'altra ieri. Reclami veri, per disservizi realmente verificatisi. Nel primo caso, precisano dalla Steat, l'autista, aveva effettuato la corsa come da programma, ma con 8 minuti di anticipo, lasciando quindi a piedi gli utenti. Richiamato, come da prassi, il responsabile. Nel secondo, quello di ieri, il bus a Santa Petronilla, ammette Alessandrini "non è proprio transitato". Il collegamento tra Santa Petronilla e Piazza del Popolo non è altro che una deviazione della corsa che parte da Porto San Giorgio e arriva in centro a Fermo. La corsa in questione parte ogni venti minuti e con cadenza regolare, ogni ora, fa una deviazione proprio per Santa Petronilla. Se come ieri, l'autista, preso dalla pressione del servizio o per semplice distrazione, non devia per l'interno del quartiere, ma tira dritto, accade quel che è accaduto. Cioè di lasciare di nuovo tutti a piedi. "Quello che è avvenuto non è giustificabile", precisa il Presidente, "ci scusiamo con gli utenti e provvederemo affinchè non ricapiti, ma possiamo dire che nella generalità quello che offriamo è un buon servizio". Un servzio, quello dell'azienda, che si colloca per qualità ai vertici regionali e si avvale di un controllo satellitare che permette di monitorare tutto quanto accade durante le corse e ricostruire come realmente sono andati i fatti. 

Data inserimento: 2014-04-15 12:58:46

Data ultima modifica: 2014-04-16 10:50:43

Scritto da: Redazione