Fermo.1, 2, 3… 750 “folgorati dal volley”

Sono i 750 Ragazzi di classe di Fermo che si sono ritrovati allo Stadio Recchioni per una mattinata di festa a base di minivolley a conclusione del percorso di attività motoria e di gioco sport che da ottobre a maggio ha ininterrottamente coinvolto 7 plessi di scuola primaria di Fermo, ovvero Don Dino Mancini, Sapienza, Sant’Andrea, Cavour, Tirassegno, Ponte Ete e Salvano.

Un successo testimoniato da numeri non da poco e senza pari in città e in provincia, a dispetto della giovanissima età della Scuola di Pallavolo Fermana (è nata nel 2013).
“Non posso dire che i numeri messi in campo (è proprio il caso di dirlo vista la location della festa, ndr) non ci riempiano di orgoglio – dice il presidente della Scuola di pallavolo Fermana Remo Giacobbi – ma il nostro più grande successo è quello di aver visto svilupparsi il progetto in modo armonico nelle finalità che ci eravamo prefissate. Non ci interessava solo selezionare bambini per i nostri corsi o piccoli campioni da far crescere in prospettiva. Volevamo dare a tutti i bambini i Fermo la possibilità di crescere con uno sport che di valori tecnici ed etici ne ha da vendere. Ci siamo riusciti puntando alla serietà e concretezza della proposta”.
Una proposta che ha visto tecnici esperti e preparati affiancare gli insegnanti per tutta la durata dell’anno scolastico.
“Un impegno non da poco per chi sostanzialmente non dispone di sponsorizzazioni – prosegue Giacobbi – ma penso non si possa prescindere dalla qualità quando si ha a che fare con i bambini e la scuola. Il futuro della nostra città si scrive proprio su quei banchi e noi vogliamo dare il nostro contributo perché, come dice il tecnico della nazionale italiana Berruto, il volley forma cittadini migliori”.

Data inserimento: 2014-05-27 10:01:24

Data ultima modifica: 2014-05-27 18:11:45

Scritto da: Redazione