Porto San Giorgio. Disoccupato disperato si barrica in comune e si auto-infligge ferite con un taglierino di fronte a Catia Ciabattoni. Assessore sotto shock

Attimi di terrore attorno alle 14 di oggi, all'interno degli uffici del comune di Porto San Giorgio.   Un uomo di 43 anni, P.F. le sue inziali, di Porto San Giorgio, è entrato nel palazzo municipale chiedendo disperatamente un lavoro e imbattendosi nell'assessore al Turismo Catia Ciabattoni.

Assessore Ciabattoni che, visto il fare esagitato dell'uomo ha subito cercato un dialogo per tranquillizzarlo. Improvvisamente l'imprevedibile. L'uomo ha estratto un taglierino dalla tasca ed ha iniziato ad auto infliggersi ferite alle braccia, all'altezza dei polsi, e in altre parti del corpo. Il tutto sotto gli occhi dell'assessore Ciabattoni che, visibilmente scossa è corsa a chiedere aiuto. 

Al primo piano del palazzo comunale è scattato l'allarme. Il sindaco Nicola Loira ha subito allertato le forze dell'ordine mentre i dipendenti si sono chiusi nei propri uffici, come da protocollo di sicurezza, per paura di qualche gesto folle dell'uomo che, a quanto pare era già noto alle forze dell'ordine. Sul posto sono intervenuti immediatamente gli agenti della polizia municipale, con il comandante Paris ed il suo vice Ferranti, che hanno gli uffici proprio al piano terra del palazzo comunale. Poco dopo l'arrivo dei carabinieri. L'uomo, che non ha fatto resistenza, è stato trasportato prima in caserma e poi al pronto soccorso del Murri di Fermo per le medicazioni Sta bene l'assessore Ciabattoni, ancora visibilemente scossa per quanto accaduto.

Data inserimento: 2014-07-21 16:49:57

Data ultima modifica: 2014-07-22 10:48:30

Scritto da: Redazione