“Promuoveremo ogni iniziativa, siamo vicini alle nostre imprese colpite dall'embargo russo". Mozione del consigliere regionale Bellabarba sul blocco delle importazioni. LEGGI IL DOCUMENTO

L'embargo russo ai prodotti agroalimentari, ed ora anche del settore moda, sta mettendo in forte difficoltà l'industria italiana, in particolare quella marchigiana. Nel corso della recentissima edizione del MICAM di Milano la consigliera regionale Letizia Bellabarba, componente della commissione Politiche Comunitarie, ha infatti raccolto le preoccupazioni dei nostri imprenditori del settore calzaturiero, in particolare del distretto fermano-maceratese, facendole sue.

La consigliera Bellabarba ha presentato oggi una mozione, condivisa da tutti i colleghi del gruppo pd regionale, con la quale chiede la convocazione urgente della Conferenza Stato-Regioni, chiedendo di assumere iniziative a livello nazionale ed europeo per evitare un ulteriore peggioramento della situazione, degenerata a seguito della pesante crisi in atto tra Russia ed Ucraina.

La consigliera non nasconde la sua forte preoccupazione: "Dal 1° settembre, quasi in sordina, la Russia ha vietato le importazioni di prodotti tessili, calzature e pelletteria provenienti da USA ed Europa. Dopo i prodotti agroalimentari la mannaia dell'embargo è quindi calata a sorpresa sull'industria della moda, anche marchigiana. A causa delle sue forti ripercussioni gli imprenditori del calzaturiero, presenti soprattutto nei distretti del fermano e del maceratese, rischiano di dover fronteggiare una situazione finanziaria per loro intollerabile", afferma la consigliera.

"La Russia è da sempre uno dei principali clienti del settore, e solo nei primi mesi del 2014 secondo Assocalzaturifici le esportazioni hanno già subìto un calo pari a quasi il 20%. A tutto questo si aggiungono le nostre preoccupazioni per il settore agroalimentare. Il blocco delle importazioni, attivo dal 7 agosto scorso, può comportare contraccolpi difficilmente sostenibili anche a carico delle nostre aziende agricole, che hanno subìto il fermo delle spedizioni di ortofrutta, carni, latte e derivati per una cifra complessiva che sfiora i 180 milioni di euro. Da qui la nostra richiesta urgente per promuovere tutte le iniziative possibili allo scopo di sostenere le nostre imprese in questo difficile quadro internazionale", conclude la consigliera Bellabarba.

 

LEGGI LA MOZIONE PRESENTATA DAL CONSIGLIERE BELLABARBA

Data inserimento: 2014-09-04 16:07:35

Data ultima modifica: 2014-09-05 12:51:47

Scritto da: Paolo Paoletti