Fermo. Numeri che traballano. Forza Italia e Alleanza di Destra: “Andrea Morroni sarebbe uscito dalla maggioranza”. Intanto via libera al progetto per il nuovo ospedale di Ascoli-San Benedetto

Il presidente della seconda commissione Andrea Morroni sarebbe uscito dalla maggioranza. Questa la prima indiscrezione che trapela dalla nota inviata nel pomeriggio di oggi da Forza Italia ed Alleanza di Destra. Un documento in cui viene evidenziato, secondo l'opposizione, lo scarso peso politico della città di Fermo in materia di politiche sanitarie . A dimostrarlo sarebbe l'approvazione del progetto preliminare del nuovo ospedale Marche Sud di Ascoli e San Benedetto.

“La Giunta regionale – scrivono Forza Italia e Alleanza di Destra - ha approvato il progetto di prefattibilità per costruire il nuovo ospedale Marche sud, che dovrebbe sostituire quelli di Ascoli e S.Benedetto. Costo ipotetico 120/130 milioni. Che non ci sono, ovviamente. Uno spot elettorale in prossimità delle regionali, ma anche un motivo politico forte per aggregare un territorio che saprà far sentire la sua voce al momento opportuno. La notizia è stata accolta nell’indifferenza più assoluta a Fermo”.

Nella nota delle due forze di minoranza si legge: “Purtroppo i politici della maggioranza di sinistra qui sono troppo occupati ad elaborare strategie per le prossime regionali e a soppesare se è opportuno mandare a casa la declinante giunta Brambatti ora o aspettare ancora un po’ ed aggrapparsi a ondeggianti scialuppe. L’ultimo boato sarebbe l’uscita dalla maggioranza del presidente della seconda commissione, Andrea Morroni. Ma il disagio è ben più diffuso soprattutto tra i banchi del partito democratico. In questa scena di giochetti e dispettucci il territorio è completamente abbandonato. Il capoluogo non esercita il suo ruolo di capofila. Il sindaco Brambatti, presidente della conferenza dei Sindaci, non ha la forza e l’attenzione per cementare gli altri amministratori in una battaglia essenziale per i cittadini come quella della Sanità. Eppure sarebbe questo il momento di alzare la voce per ipotecare risorse economiche a vantaggio della nostra Area”.


Gruppi consiliare di Forza Italia ed Alleanza di destra che proseguono: “Leggiamo tutti i giorni di nuovi tagli ai servizi territoriali, già fortemente ridimensionati. I primariati restano scoperti e il personale infermieristico sottodimensionato. Il nuovo pronto soccorso non vede ancora la luce e la lungodegenza all’Inrca è per il momento sulla carta. A farne le spese sempre i cittadini. Silenzi e mugugni dai nostri amministratori quando invece bisognerebbe suonare la carica per un impegno civile e politico. Se non è in grado di fare questo il Sindaco si dimetta, risolvendo in tal modo anche il dilemma della sua incerta maggioranza”.

Data inserimento: 2014-11-20 17:34:56

Data ultima modifica: 2014-11-21 15:42:07

Scritto da: Redazione