Amandola capofila nel bando Gal fermano. Obiettivo: la valorizzazione del territorio. La soddisfazione del sindaco Marinangeli

“Pensieri fatti a mano”, è il nome scelto dal comune di Amandola per il progetto di valorizzazione turistica del territorio. Il comune montano è risultato vincente nel bando emesso dal Gal fermano per la valorizzazione del territorio, “Promozione Territoriale e Certificazione di Aree”. La vittoria è stata garantita dalla qualità del progetto che coinvolge diverse realtà associative locali, operanti in un territorio vasto, oltre i confini comunali: l’associazione Wega (Filofest), Sibillini Segreti e Sapori, Atam e Cna Fermo. Il comune ha ottenuto un finanziamento di oltre 60 mila euro, al quale contribuirà con il suo 20%.

Scopo del bando è permettere lo sviluppo turistico di questa area del fermano in ogni settore. Saranno presentate diverse manifestazioni che dovranno avere termine entro maggio. Amandola organizzerà mostre dell’artigianato del settore del cappello e della scarpa, coinvolgendo i paesi maggiori produttori. Avremo eventi di valorizzazione del territorio con degustazioni di prodotti tipici dell’enogastronomia fermana e, naturalmente dei prodotti tipici amandolesi quali il tartufo ed il miele. Per Wega sarà un’occasione di antipasto di Filofest con incontri sull’alimentazione e valorizzazione territoriale. Dunque Amandola capofila per la prima volta di un progetto che sarà occasione di crescita per tutta la provincia. La montagna si propone definitivamente come serio traino del turismo di qualità, proponendo il buon cibo, il vino degli ameni colli fermani, l’artigianato tipico che caratterizza da sempre la provincia, i prodotti di eccellenza come il tartufo, il miele e le marmellate. Il comune di Piacenza sarà invitato ad una delle manifestazioni con il proposito di chiudere gli eventi proprio nel comune emiliano, onde concludere il progetto di gemellaggio avviato pochi mesi fa. Il sindaco social Marinangeli, gongola per questo risultato:”A riprova – spiega -  che i tanti sforzi fatti fin qui per aprire un dialogo più ampio con tutte le forze economiche ed organizzative a disposizione, sta portando frutti concreti contro chi, rimasto senza idee, parla di un fantomatico isolamento”.

Data inserimento: 2015-03-07 09:02:54

Data ultima modifica: 2015-03-10 11:51:22

Scritto da: Redazione