“La nostra lista non ha mai portato inutili e gratuiti attacchi all’avversario politico di turno. Porte sempre aperte al confronto”. I capigruppo Iacopini e Rocchi replicano a Io Scelgo Fermo

“In qualità di capigruppo consiliari della lista Piazza Pulita e Il centro, cogliamo l’occasione per rispondere alle sollecitazioni del segretario di “Io scelgo Fermo”, Giampiero Marziali. Non siamo soliti rovistare nei cassetti altrui, ma visto che trattasi non di 'missiva' privata ma di una lettera aperta al sindaco, pensiamo di poter far nostri e rispondere ad alcune considerazioni e spunti critici emersi dal testo di Marziali”. Inizia così la replica dei capigruppo di maggioranza Daniele Iacopini e Stefania Rocchi.

Iacopini e Rocchi che spiegano:" Diciamo subito che accogliamo con grande favore la richiesta di abbassare i toni e aprire le porte al confronto. Con due precisazioni: la nostra lista in questi mesi non ha mai portato inutili e gratuiti attacchi all’avversario politico di turno e – sempre per quel che ci riguarda - le porte sono sempre rimaste aperte al confronto. Basterà andarsi a riguardare articoli di giornale ed interventi, invece, per capire che la stessa cosa spesso non è accaduta per una parte della minoranza. Pur nuovi, siamo coscienti che la dialettica – anche accesa – e la critica sono elementi irrinunciabili del confronto politico nonché fattori importanti di crescita. Il fatto è che la critica fino a oggi è stata quasi esclusivamente fine a stessa, condita da accenti virulenti e incapace di uscire dal solco di una sprezzante supponenza. Quasi avessimo usurpato la conduzione della nostra città e non fossimo usciti vincenti, invece, da una competizione elettorale".

Capigrupppo di maggioranza che aggiungono: "Venendo al merito delle considerazioni del segretario Marziali, in particolare sulla questione Prefettura, vogliamo sottolineare il fatto che – senza clamore – il gruppo consiliare (maggioranza e minoranza) è stato tenuto al corrente dal sindaco Calcinaro dello sviluppo della situazione e dei contatti da lui tessuti con il sottosegretario del ministero dell’Interno, Giampiero Bocci, e con i vari parlamentari. Lo ha fatto nel corso di ben 3 riunioni dei capigruppo. Il rappresentante di “Io scelgo Fermo”, Pasquale Zacheo, sicuramente per sacrosanti impegni personali o lavorativi, è stato presente solo ad uno dei 3 incontri e ha delegato pienamente il sindaco sulla questione. Una questione che sarà all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale, stabilito per il 14 ottobre già una settimana fa nel corso della riunioni di capigruppo, ove per le predette sacrosante ragioni, la lista “Io scelgo Fermo” non era rappresentata da alcun suo componente. Tanto per capirci: abbiamo chiesto il contributo alla mozione di tutti i partiti, tanto che è arrivato quello del capogruppo Massimo Rossi e del consigliere Massimiliano Bartocci del M5S".

Replica a Marzioni che prosegue: "Lo diciamo con grande serenità e con quella volontà costruttiva a cui il segretario di 'Io scelgo Fermo' faceva riferimento: il confronto è una scelta che va curata con equilibrio e costanza. Non può essere svilito trasformandolo in un aspetto di una strategia politica ormai datata, che chiameremmo 'del bastone e della carota'. La 'carota nelle varie riunioni, con sorrisi e attestati di collaborazione; il 'bastone' fuori, con una ricostruzione dei fatti che diremmo… opinabile. E, come si potrà capire, il termine 'opinabile' è da noi usato proprio per venire incontro alla nuova stagione di collaborazione auspicata".

 

Data inserimento: 2015-10-08 10:03:15

Data ultima modifica: 2015-10-09 13:51:12

Scritto da: Redazione