Fermo. Gru a Casabianca. Pasquale Zacheo prende carta e penna: "Le magie non esistono, esistono solo le illusioni"

I toni trionfalistici con cui il Sindaco si compiace della rimozione delle gru a Casabianca, lo fanno sembrare un bambino che, giocando al piccolo mago, si compiace di aver fatto sparire lo zucchero nell’acqua. Da quest’estate, dunque, alzando gli occhi, non vedremo più le gru, non avvertiremo dunque più il disagio della loro presenza. Una grande magia politica del Sindaco, quella di far sparire i problemi, facendo sparire le gru. Purtroppo, la realtà è quella degli adulti, e le magie non esistono, esistono solo le illusioni.

Illusioni che servono solo a falsare la percezione della realtà, lasciandola comunque immutata. Togliendo le gru, Calcinaro sembra voler convincere se stesso e i cittadini di aver risolto uno dei più importanti problemi della città, ovvero quello relativo ai quattro lotti di Casabianca. Ma è purtroppo solo una vana illusione. Casabianca manterrà intatti i suoi problemi urbanistici, che invece meritano una risposta certa ed immediata. Tanto per la comunità, tanto per le parti proprietarie degli immobili, tanto per le imprese preposte ai lavori. Sono passati quasi nove mesi dall’insediamento ed il Sindaco continua a glissare sui reali problemi della città. E lo fa addirittura, come nel caso dei quattro lotti, addebitando alla passata amministrazione le responsabilità, sempre facendo finta di dimenticare che di quella giunta era il vice sindaco.
La questione dei quattro lotti di Casabianca è complessa, va discussa con più parti, compresa la gente dei quartieri interessati, e soprattutto è legata a quella del complesso immobiliare di via Respighi, un enorme manufatto che rischia di rimanere bloccato e destinato al degrado se non si interviene in modo celere.
Si tratta di due questioni urbanistiche cruciali per la città, per le quali chiediamo al Sindaco di fare chiarezza su quelli che sono gli intendimenti per arrivare ad una rapida soluzione politico-amministrativa. Senza utopici proclami o illusioni. Dagli stessi ambienti della maggioranza si apprende dell’incertezza e del timore ad affrontare le due spinose questioni. Se in quasi un anno, la giunta Calcinaro è riuscita solo a rimuovere le gru, quanti anni ancora impiegherà per discutere con le parti, trovare una soluzione, ottenere l’approvazione del consiglio e poi della giunta, far riposizionare le gru e riavviare i lavori? Forse avrà bisogno di un secondo mandato?
E' fin troppo evidente che occorrono maggiori consapevolezza, celerità e coraggio, perché proprio la soluzione delle due problematiche potrebbe costituire occasione di ingente introito per il comune, sia in termini finanziari che in termini di servizi a favore della città, o meglio ancora dei quartieri interessati. Sul punto, sono proprio le dichiarazioni dello stesso Calcinaro a costituire la riprova della confusione in atto. Lo stesso infatti sostiene, sempre parlando della rimozione delle gru di Casabianca, che vorrebbe intervenire per la riqualificazione di quella zona con i proventi della vendita della SOLGAS. Una vera e propria confusione di propositi e risorse. Non vorremmo confonderlo ulteriormente, ma è necessario anche chiedergli cosa vorrebbe fare per prima con i proventi della SOLGAS. Non sappiamo se e quanto incasseremo, ma già intravede faraonici interventi urbanistici di cui non sono dati a sapere il tipo e l’entità. Illusioni, solo illusioni sinora da parte di Calcinaro.
Se questa maggioranza avesse l’umiltà di ascoltare anche le sollecitazioni che arrivano dalla minoranza, forse troverebbe sostegno, conforto e contributi di idee efficaci ad affrontare le cruciali questioni che riguardano la città. Se il Sindaco desiderasse un confronto di dialogo, sa dove trovarci.

Data inserimento: 2016-02-12 17:56:16

Data ultima modifica: 2016-02-15 15:40:53

Scritto da: Pasquale Zacheo, capogruppo Io Scelgo Fermo