Gli innamorati della scienza e della tecnologia all'ITI di Fermo. Successo per l'iniziativa promossa dalla dirigente scolastica Margherita Bonanni. GUARDA LE FOTO

Una "Festa degli innamorati della scienza e della tecnologia" per scoprire i segreti della ricerca attraverso una particolare chiave di lettura, quella dell'amore. Importante successo per l'iniziativa promossa presso l'Istituto tecnico Industriale Montani. È stato organizzato in ogni suo dettaglio un particolare percorso guidato in cui gli studenti insieme ai docenti si sono trasformati in moderni Cicerone per le tantissime persone che si sono recate nelle strutture del polo scolastico allestite con scenografie a tema per la speciale occasione.

 

Con un tragitto composto da ben 15 diverse postazioni, i ragazzi hanno intrattenuto i visitatori, con letture dei classici, brani tratti da poesie e versi d'amore, storia, spettacolari esperimenti scientifici e meraviglie della tecnica vanto della cultura italiana. Non sono mancati anche gli esperimenti di chimica legati anch'essi alla vita e all'amore, alla natura, ai cibi che produciamo e mangiamo. Un tuffo nel passato, nella modernità del presente e del suo progresso nella ricerca per l'Istituto Tecnico Industriale guidato dall'attiva dirigente scolastica Margherita Bonanni che ha riaperto la frontiera dell'innovazione coinvolgendo il territorio nelle attività didattiche presentando la capacità formativa della scuola con una impronta veramente moderna ed europea. I ragazzi non si sono risparmiati, alcuni presentavano in forma dettagliata le finalità della stanza del simulatore navale, altri suonavano il sax tra una illustrazione e l'altra, uno studente leggeva un brano dell'inferno di Dante citando i celebri versi: "Nati non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza" ripresi anche in uno striscione, che accoglieva gli ospiti all'ingresso del triennio. Il grande lavoro di tante e generose persone di ogni età, dai docenti ai ragazzi ai genitori agli stessi cittadini che hanno partecipato alla giornata. Vanno ricordati per il loro impegno i Docenti Vincenzo Mora, Carla De Benedictis, Emiliano Giorgi, Alessandra Ferla, Nunzia Andrenacci, Susi Marziali e tanti altri, il personale non docente insieme agli studenti, hanno lavorato alacremente per offrire ai numerosi visitatori una festa dell'amore per la cultura; cultura che è tecnica, scientifica, ma anche storica e letteraria. Centrato in pieno dalla dirigente scolastica l'obiettivo promuovere la cultura e la conoscenza sulle tantissime possibilità che l'Iti di Fermo offre alla popolazione scolastica. Il risveglio della cultura comincia da eventi illuminati, il Montani ora si avvale di mezzi importanti già disponibili e si adopera per averne altri.

Data inserimento: 2016-02-18 11:05:16

Data ultima modifica: 2016-02-21 00:45:53

Scritto da: Redazione

Galleria