Fermo. Al via i lavori di realizzazione del nuovo asilo nido nel quartiere Sant’Andrea

Hanno avuto effettivamente inizio ieri mattina, con i primi interventi di movimento terra, i lavori di realizzazione del nuovo asilo nido che sorgerà nel quartiere Sant’Andrea. All’opera le ruspe per lo sbancamento del terreno e per la realizzazione del piano di posa delle fondazioni. I lavori vengono eseguiti dalla ditta Gaspari Gabriele srl di Ascoli Piceno che, nel novembre scorso, si è aggiudicata l’appalto integrato per la progettazione e l’esecuzione dello stabile (al bando avevano preso parte 16 concorrenti che avevano presentato un progetto definitivo dell’opera sulla base di un progetto preliminare, con offerta economicamente più vantaggiosa, già predisposto dall’Ufficio Tecnico Comunale).

L’apertura del cantiere vero e proprio è stata preceduta nei giorni scorsi dallo spostamento di un cavo interrato della corrente elettrica a cura dell’Enel.

“C’è grande soddisfazione – ha dichiarato il Sindaco Paolo Calcinaro - per aver superato, a tempo record, uno dei grossi problemi che abbiamo trovato appena insediati: ovvero il cavo della corrente che attraversava l’area e che è stato rinvenuto nel 2014 quando si decise di spostare la realizzazione della struttura dall’area precedentemente individuata senza però aver fatto i dovuti accertamenti. Abbiamo evitato così di subìre un danno e di perdere il finanziamento regionale di 450 mila euro. Dunque un ringraziamento all’opera impagabile dell’Ufficio Tecnico Comunale, all’Enel e a tutti coloro che si sono adoperati per risolvere questa sorpresa che, nostro malgrado, ci siamo trovati ad affrontare, consentendo di dare il via ai lavori”.

La nuova scuola (350 metri quadrati, struttura in legno lamellare e pavimento in linoleum) potrà ospitare 57 bambini (fra divezzi e lattanti), con due aule per i primi nella parte centrale e un’aula per i secondi più ad ovest. Sarà dotata di un giardino interno, di un parco-area verde all’esterno e sopra ai tetti di un impianto fotovoltaico di 20 kw. Compresi tutti i servizi (cucina, mensa, dispensa, magazzini, refettorio, lavanderia, spogliatoi).

“Si tratta di un progetto innovativo non nuovo nelle Marche ma sicuramente nuovo per il nostro territorio – ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani - in quanto prevede una struttura in legno, del massimo comfort, che è in linea con i più attuali criteri in materia di sostenibilità ambientale e risparmio energetico. Dunque, oltre che essere un’opera molto attesa fa piacere dire che sarà al contempo molto funzionale e moderna”.

Data inserimento: 2016-02-24 09:51:51

Data ultima modifica: 2016-02-25 15:45:02

Scritto da: Redazione