Porto San Giorgio. Tarantini contro Forza Italia: "Hanno strumentalizzato le difficoltà di un intero settore. Noi vogliamo sapere di che morte dobbiamo morire. Il porto è fermo"

“Sulle questioni del porto sangiorgese Forza Italia ha strumentalizzato le difficoltà di un intero settore, senza risolvere alcunchè” queste le parole lapidarie di Massimo Riccardo Tarantini, ex presidente del Co.Vo.Pi e nome di spicco di Fratelli D’Italia.

“Parlo da cittadino e soprattutto da lavoratore, non da esponente politico. - scrive Tarantini - Trovo raccapricciante, il modo con cui questa faccenda sia stata strumentalizzata mettendo in imbarazzo il Presidente del Co.Vo.Pi e tutti gli operatori del settore che con il porto ci lavorano. La conferenza stampa è stata organizzata dalla società Marina, per discutere il futuro di una struttura con la quale, alcuni sangiorgesi campano. Di certo non è stata organizzata per accendere i riflettori su un auto-candidato sindaco e su di una forza politica che cerca di guadagnare terreno per le amministrative”.

Un duro attacco quello di Tarantini che rimette sul piatto il vero senso di quella conferenza stampa: “Noi vogliamo sapere di che morte dobbiamo morire. Il porto è fermo e necessita di dragaggio. Gli investimenti da fare sulla struttura sono obbligatori oltre che necessari, ma nulla sappiamo da questa amministrazione. Non sono serviti appelli, conferenze stampa o incontri per farci dire quale futuro ci aspetta, e questo non è corretto. Loira – continua Tarantini – deve esprimersi. Lo sto chiedendo da mesi, ma non sono arrivate risposte vere. Siamo disponibili al dialogo, evitando rotture perché qui si parla di Porto San Giorgio e dobbiamo restare uniti se vogliamo salvarla. Di certo – punzecchia Tarantini – non ci salverà la Marcozzi, che oltre i proclama con cui intasa i giornali, non va. Per una volta siamo seri e mettiamoci ad un tavolo, aperto a tutti e parliamoci, da sangiorgesi a sangiorgesi. Noi ci saremo”.

Data inserimento: 2016-02-24 11:13:32

Data ultima modifica: 2016-02-25 15:43:53

Scritto da: Redazione