Porto San Giorgio, il coordinatore di Fratelli d'Italia attacca l'amministrazione: "Non si possono ingessare tutte le attività del centro cittadino"

Il coordinatore di Fratelli d'Italia di Porto San Giorgio, Emanuele Morese, ha diffuso questo pomeriggio un comunicato stampa in cui attacca pesantemente il PD e l'amministrazione comunale per la gestione dei lavori pubblici che stanno interessando il centro cittadino.

“E’ triste vedere come il PD cittadino sia sempre in prima fila sui giornali a criticare chi non la pensa allo stesso modo, ma che poi davanti alle grida d’aiuto di commercianti e ambulanti in piazza non dica mezza parola - esordisce la nota - Da tanti consiglieri di maggioranza non è arrivata nemmeno mezza risposta.

Nessuno contesta a questa amministrazione il fatto che i lavori in centro possano portare qualche disagio, ma ci sembra incredibile ingessare tutte le attività del centro cittadino creando un vero e proprio danno economico per queste ultime. Possibile che non si potesse spacchettare il carico di lavori agendo di volta in volta su diversi fronti piuttosto che immobilizzare tutto? E se anche non fosse stato possibile, non si sarebbero potute prevedere delle misure a tutela di quelle attività in quel dato periodo, anche alleggerendo le tasse?” –

Interrogativi che fanno il paio con le recenti polemiche sollevate dal sindacato degli Ambulanti che, a dire di Morese, si sono visti imporre dall’assessore Ciabattoni una pista del ghiaccio che complica ulteriormente la loro attività.

“Sono completamente senza parole. - riprende la nota del coordinatore di Fratelli d'Italia - gli ambulanti chiedono aiuto e rispetto per le loro attività, specie nel periodo natalizio, e l’amministrazione comunale impone la propria visione delle cose. Scontentare qualcuno è possibile, ma scontentare tutti è il campanello d’allarme che individua l’arroganza di chi non amministra, ma comanda una città. Loira ha messo a ferro e fuoco il centro cittadino esclusivamente per mostrare la nuova piazza, che piazza non è, in campagna elettorale, tentando di abbindolare i cittadini in cambio di qualche voto. Ma a farne le spese sono le attività commerciali e gli ambulanti che vivono del loro lavoro. Tanta arroganza ed irresponsabilità ha due nomi: Nicola Loira e Catia Ciabattoni. Sarà bene che i cittadini lo tengano a mente nei prossimi mesi, e noi ci saremo per ricordarglielo”.

Data inserimento: 2016-11-24 16:10:47

Data ultima modifica: 2016-11-25 17:18:39

Scritto da: Redazione