Piacere Radio Fermo Uno. Intervistato da Angelica Malvatani il Sindaco di Rapagnano Remigio Ceroni, con una piacevole sorpresa.

Un Paese grande che deve tornare grande. Secondo il senatore di Forza Italia, Remigio Ceroni, gli italiani sapranno superare anche le grandi prove di questi giorni, con l'aiuto di tutti. Lo ha sottolineato il parlamentare ospite della trasmissione del sabato di Radio Fermo uno, sottolineando che oggi non è il tempo delle polemiche e delle critiche. 

Ospite a sorpresa il sindaco Paolo Calcinaro che ha avuto modo di aggiornare gli ascoltatori sulla situazione della città di Fermo, tra maltempo e terremoto, una crisi per fortuna superata senza grosse conseguenze e con tutte le necessarie precauzioni per garantire sicurezza soprattutto agli studenti. Rassicurazioni anche per la buca che si è aperta stamattina in via Sant'Anna, per la quale si stanno facendo i dovuti accertamenti e l'area è stata messa in sicurezza.

Ceroni ha ripreso poi sottolineando che, nonostante le straordinarie prove che i soccorritori stanno dando in queste ore, il sistema della protezione civile italiano sta mostrando alcune lacune: <

Questo avrebbe permesso un gran risparmio economico allo Stato, dal momento che sistemare gli sfollati, prima in massa negli alberghi della costa marchigiana, poi nelle tende e nelle roulotte, è costato e costa ancora circa mille euro a persona al giorno. Facendo due conti lo Stato al momento ha speso sui centomila euro al mese per famiglia.

Oltre a dare più dignità alla sistemazione delle famiglie stesse, la proposta degli appartamenti avrebbe fatto fronte al rischio che queste persone non tornassero più nei loro territori di origine e al conseguente svuotamento delle zone montane>>. Secondo Ceroni la crisi di questi giorni va ad aggravare le difficoltà dell'Italia e dell'Europa tutta, dentro una crisi che sembra non finire mai: <>. Secondo Ceroni si tratta di scelte che solo la politica può fare, guardando all'interesse generale, costruendo invece di distruggere: <

Data inserimento: 2017-01-21 15:55:46

Data ultima modifica: 2017-01-23 10:32:16

Scritto da: Redazione