Rifugiati protagonisti della Convenzione stipulata tra il Comune di Fermo e la Cooperativa Sociale ''Nuova ricerca- Agenzia Res''

I rifugiati accolti nel progetto SPRAR “ERA DOMANI” sono i protagonisti della Convenzione stipulata tra il Comune di Fermo e la Cooperativa Sociale ''Nuova ricerca - Agenzia Res'', che formalizza le attività di volontariato di pubblica utilità finalizzate a riqualificare gli spazi urbani, patrimonio culturale e storico della Città di Fermo,valorizzandoli come luoghi di interculturalità, inclusione sociale, e condivisione di valori ambientali.

Prince, Daniel Youssuf e Omar, a Fermo da 6 mesi, in Italia da due anni,  dopo un corso di formazione in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro, hanno deciso, volontariamente, di mettere a disposizione le proprie esperienze e capacità tecnico-professionali (alcuni sono specializzati nella meccanica e nella saldatura) per contribuire alla cura di spazi pubblici riconoscendone il valore ambientale e sociale.
 
E dopo la struttura dell'ex campo da bocce sottostante il San Carlo, hanno anche dato un aiuto nella cura degli archivi dei Servizi Sociali e dei Lavori Pubblici, all'autoparco, alla scuola elementare di San Claudio, al magazzino sottostante il mercato coperto.
 
E per questo il Sindaco Paolo Calcinaro e l'assessore alle Politiche Sociali Mirco Giampieri hanno ricevuto in Comune i ragazzi  accompagnati da Gianluca Del Papa, della Cooperativa Sociale ''Nuova Ricerca-Agenzia Res'', e li hanno ringraziati per il loro impegno.
 
"E' importante lo spirito che avete messo e che mettete -  ha detto loro il Sindaco - soprattutto è importante questo spirito per ragazzi come voi che sono venuti in Italia per avere un futuro migliore."

Data inserimento: 2017-06-19 15:33:33

Data ultima modifica: 2017-06-20 12:51:59

Scritto da: Redazione