Lotta all'erosione: la regione Marche lavora a fianco dei comuni

I comune marittimi fermano - maceratesi del litorale marchigiano si riuniranno in un tavolo di lavoro per la lotta all'erosione delle coste.

La regione Marche rassicura, già dallo scorso15 giugno, che non ci sono stati tagli ai fondi.

L’Accordo di programma firmato tra la Regione Marche, il Comune di Porto Sant’Elpidio e la Rete Ferroviaria italiana, mira a far fronte ai problemi del paraggio dal fiume Chienti al fiume Tenna.

La Giunta regionale ha già approvato le linee guida per la predisposizione del nuovo Piano di gestione integrata delle zone costiere. Entro l’anno saranno chiamati i 23 comuni costieri a un tavolo tecnico di confronto sui nuovi interventi di difesa proposti.

Come per tutti, quindi la Regione è attenta e valuta approfonditamente le proposte avanzate da Porto Sant’Elpidio. Le risorse sono già state tutte destinate verso gli originari interventi, compreso l’Accordo di programma che coinvolge il litorale di Porto Sant’Elpidio. Il Comune quindi avrà, negli ordinari tempi tecnico amministrativi, l’accredito dei fondi stanziati.

L’assessore alla difesa della Costa, Angelo Sciapichetti, risponde al sindaco di Porto Sant’Elpidio, Nazzareno Franchellucci, sul tema della difesa della costa.


“Il litorale di questo Comune – continua Sciapichetti - sconta da alcuni decenni l’annoso problema che ha coinvolto l’intero litorale marchigiano relativo alla riduzione degli apporti solidi fluviali che naturalmente alimentavano le nostre spiagge. L’Accordo di programma firmato tra la Regione Marche, il Comune di Porto Sant’Elpidio e la Rete Ferroviaria italiana, mira proprio a far fronte ai problemi del paraggio dal fiume Chienti al fiume Tenna. Come già recentemente comunicato, ci sono stati leggeri rallentamenti rispetto al programma iniziale dovuti ad una transitoria manovra di bilancio legata alla ricostruzione post sisma. Una manovra che non ha riguardato solo le risorse regionali a difesa della costa, ma tutto il bilancio regionale. Le risorse, tuttavia, sono già state tutte ridestinate e il Comune quindi avrà, negli ordinari tempi tecnico amministrativi, l’accredito dei fondi stanziati”.

Data inserimento: 2017-07-03 15:27:12

Data ultima modifica: 2017-07-04 12:35:53

Scritto da: Redazione