Aprire un libretto di risparmio: come fare e vantaggi

Accumulare o investire? Una domanda che probabilmente non riguarda noi piccoli risparmiatori, soprattutto alla luce del fatto che, fra crisi economica e spese mensili sempre più elevate, diventa davvero difficile mettere qualcosa da parte.

Ma nel caso dovesse capitare, conviene davvero stipare i risparmi nel classico materasso della nonna, oppure sarebbe meglio trovare una soluzione che preveda un investimento contenuto e con un piccolo margine di guadagno annuo assicurato? Ecco che il libretto dei risparmi può diventare esattamente questo strumento, adattissimo per i piccoli risparmiatori che vorrebbero mettere a frutto quanto messo da parte con fatica. Vediamo quindi di cosa si tratta, come aprirne uno e quali sono i suoi vantaggi.

 

Cos’è il libretto di risparmio e quali sono le sue caratteristiche?

Il libretto di risparmio è uno strumento finanziario leggero e facile da utilizzare e non è un caso che spesso ne venga aperto uno per depositare i soldi dei minorenni e per farli fruttare un po’, in attesa del raggiungimento della maggiore età. Aprirne uno è molto semplice basta recarsi alle Poste o in una banca ed espletare le pratiche necessarie. Inoltre, da oggi è possibile aprire un libretto di risparmio anche presso la Coop, basta essere soci di Coop Alleanza 3.0.
Avere un libretto dei risparmi consente di depositare una certa cifra e di tenere un piccolo registro contabile dei movimenti del denaro e degli interessi che va maturando nel tempo. Non si tratta di uno strumento di investimento che propone dei rischi, ma di un piccolo salvadanaio digitale che “sputa fuori” una monetina extra ogni tanto. Il che significa che la sicurezza del suddetto investimento è assicurata e i rischi praticamente pari a zero.

Il libretto di risparmi, essendo equiparabile a un salvadanaio ha qualche limitazione: non consente di fare una serie di operazioni paragonabili, ad esempio a un conto corrente. Questo significa che sono concessi sia i depositi che i prelievi (a vista), ma che non è ad esempio possibile pagarci le bollette né emettere un assegno. Di contro, ha alcune funzioni molto utili: consente di caricare la pensione, di collegare il libretto a una carta di debito, e di legarla a un deposito di titoli.

 

Quali sono i vantaggi portati dai libretti di risparmio?

Il libretto di risparmi ha un primo, grande vantaggio: è uno strumento d’investimento particolarmente economico e poco impegnativo, oltre che molto sicuro. Poi, il libretto può essere aperto anche in assenza di un conto corrente, ed è davvero facile e veloce da utilizzare. Di fatto, è una delle migliori forme di investimento per gestire i piccoli risparmi e per ottenere qualcosa in cambio, dato che i tassi d’interesse, pur essendo ovviamente bassi, sono comunque molto sicuri. Infine, in certi casi sono anche gestibili da computer.

Data inserimento: 2017-08-18 10:19:23

Data ultima modifica:

Scritto da: Patrizia C. De Siati