Alla lavagna tradizionale si affianca la lavagna 2.0: la rivoluzione del Liceo Classico "A. Caro"

Un traguardo importante, un risultato che fa del Liceo Classico “A. Caro” una scuola all’avanguardia sotto il profilo della strumentazione didattica: dopo un lungo percorso ora ogni aula scolastica del Liceo Classico, del Liceo delle Scienze Umane e del liceo Economico Sociale di Fermo sarà dotata di una Lim, una lavagna interattiva multimediale, cioè di una lavagna elettronica touch collegata a un computer.

“E’ stata un’operazione gigantesca, portata avanti a scaglioni negli anni a seconda delle disponibilità economiche – commenta soddisfatto il dirigente scolastico dell’Annibal Caro Piero Ferracuti, intervistato questa mattina su Radio Fermo Uno – è raro avere una Lim in ogni classe, soprattutto in istituti superiori con tante classi, spesso anche molto numerose. Innanzitutto un ringraziamento va ai genitori che, grazie al loro contributo volontario, hanno permesso di volta in volta di comprare le lavagne, e poi anche al sostegno economico di altri enti, soprattutto della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo”.

 

Ma la semplice dotazione di lavagne in ogni classe non è sufficiente: occorre infatti un corpo docenti che sia in grado di utilizzare al meglio questo nuovo strumento tecnologico. Per questo motivo, ricorda lo stesso Ferracuti, negli ultimi anni è stato attuato un piano di formazione che ha accompagnato gli insegnanti per renderli all’altezza di questa “sfida”.
Caposaldo della concreta attuazione del progetto è stata la docente di matematica Emanuela Giuliani, animatrice digitale dell’istituto: “La Lim è un punto di riferimento fondamentale nell'insegnamento in questa nuova didattica – ha dichiarato – perché sfrutta un linguaggio visivo e interattivo molto vicino a quello dei nostri alunni, abituati ad usare pc e smartphone”.


Proiettare testi, sottolinearli, evidenziarli, mostrare immagini, far fare esercizi interattivi, vedere e ascoltare file multimediali, rendere possibili le presentazioni in power point: queste alcune delle funzionalità delle Lim, che non sostituiscono le “lavagne tradizionali” ma si affiancano ad esse per offrire un insegnamento completo a 360° e costituiscono quindi un valore aggiunto. “Con la Lim in classe gli studenti restano sempre protagonisti dell’azione didattica, ma vengono coinvolti maggiormente nel processo di apprendimento – chiude la Giuliani -. I nostri ragazzi ormai sono nativi digitali e con questo strumento facciamo acquisire loro consapevolezza delle potenzialità ma anche dei limiti di queste tecnologie”.

Data inserimento: 2017-12-04 09:37:11

Data ultima modifica: 2017-12-05 12:28:14

Scritto da: Redazione