Sfilata alla scuola d'infanzia di Molini di Tenna. Corallini: "L'arte può diventare un «pretesto» per portare i bambini a sperimentare"

Gli alunni della scuola dell’infanzia di Molini Tenna, coaidiuvati dalle insegnanti, hanno sfilato la mattina di giovedì grasso, per le vie del quartiere. In testa al corteo piccoli pittori con camice, tavolozza e pennelli seguiti da autentici quadri di autore di diverso stile: moderni, astratti, geometrici, classici, ecc. L’obiettivo primario è quello di valorizzare la scuola come comunità attiva, aperta al territorio e in grado di sviluppare e aumentare l’interazione con le famiglie e con la comunità locale. La sfilata è riconducibile al progetto di istituto “Emozionarti..adesso arriva il bello” con particolare riferimento all’arte.

"L'arte può diventare - ha spiegato la Dirigente Corallini - un «pretesto» per portare i bambini a sperimentare, progettare, costruire, seguendo il loro bisogno di fare, toccare, esprimersi. I bambini, davanti a un’opera d’arte, possono essere attratti da particolari e dettagli che colpendo il loro immaginario ne stimolano la creatività, fino a riprodurla con originalità, utilizzando materiali e tecniche senza inibizioni.Le opere d'arte possono diventare, inoltre, un supporto per attività motorie, manipolative, linguistiche, logico-matematiche."

"L’incontro dei bambini con l’arte è occasione per guardare con occhi diversi il mondo che li circonda." ha chiosato la Dirigente, Dottoressa Marinella Corallini.

Data inserimento: 2018-02-10 11:51:25

Data ultima modifica: 2018-02-12 09:32:43

Scritto da: Redazione