Porto San Giorgio. Agostini sui T-red: "Aiutiamo gli automobilisti se il fine è la sicurezza: installare subito il contasecondi"

"L'amministrazione pensa di incassare nel 2018 dai T-RED 1.030.000 euro. Una somma enorme, ma evidentemente le strade cittadine vengono attraversate da bande di automobilisti criminali, quindi giustamente vanno puniti." l'attacco del consigliere di Porto San Giorgio Andrea Agostini dopo il Consiglio Comunale tenutosi nella serata di ieri.

"Ma mi chiedo... va bene che i semafori sono intelligenti, ma come si può pensare che i Sangiorgesi non lo siano? - ha continuato Agostini.

Infatti l'amministrazione pensa di incassare la stessa somma anche nel 2019 e pure nel 2020.

Insomma negli anni i Sangiorgesi proprio non riescono ad imparare come comportarsi agli incroci semaforici! Allora li si aiuti se il fine è la sicurezza.

Infatti dal 19 dicembre 2017 è in vigore il Decreto del 27 aprile 2017 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che finalmente regola l'omologazione e l'installazione dei cosiddetti sistemi "countdown".

Immediata la disponibilità dell'amministrazione nella persona dell'assessore competente Valerio Vesprini che il 22 dicembre 2017 dichiarava alla stampa: "Siamo pronti a fare la nostra parte. Pianificheremo gli interventi già a gennaio con la municipale".

Siamo a metà marzo e ... nulla.

Chiedo oggi in Consiglio Comunale di mettere finalmente i contasecondi.

Il Consigliere Cossiri esclude un impegno in questo senso mentre il Sindaco sorride e commenta "chiedere è lecito ...". Insomma i Sangiorgesi devono rendere con buona pace di tutti."

Data inserimento: 2018-03-14 11:15:14

Data ultima modifica: 2018-03-15 09:22:04

Scritto da: Redazione