Crollo del tetto all'Iti, l'ingegner Pignoloni cancella l'ipotesi infiltrazioni: "Travi e muro perimetrale asciutti". Nel tardo pomeriggio il punto in Prefettura

Cominciano ad emergere i primi risultati dei sopralluoghi che Vigili del Fuoco e tecnici della Provincia di Fermo hanno tenuto in mattinata presso la sede del triennio dell'Iti Montani, dove intorno alle 7:10 è crollato un pezzo di tetto.

 

Se Marco Lambruschi, sostituto direttore del Comando dei Vigili del Fuoco di Ascoli Piceno, aveva fatto riferimento alla presenza di alcuni avvallamenti che rendono pericolose sia l'aula interessata dal crollo che quella vicina, l'ingegner Ivano Pignoloni, dirigente dei settori Viabilità, Infrastrutture e Urbanistica, esclude quella che in un primo momento era apparsa come l'ipotesi più probabile, quella legata alle infiltrazioni d'acqua: “Sia la trave oggetto del crollo che il muro perimetrale erano asciutti e non sembravano essere stati interessati da piogge o infiltrazioni – rivela alla nostra testata -. Possibile si sia trattato di un cedimento strutturale legato alla vetustà della trave, a meno che non sia stata aggredita dai tarli”.

 

Pignoloni, però, in uno stato così preliminare della ricostruzione di quanto avvenuto, non si sente di escludere che il terremoto del 2016, se non in maniera diretta, possa avere inciso quanto meno come concausa: “Non lo possiamo ancora escludere a priori, potrebbe anche esserci una correlazione – ammette -. Magari il movimento legato al sisma potrebbe aver messo un po' in sofferenza la trave proprio in corrispondenza dell'appoggio”.

 

Quel che è certo è che la macchina istituzionale è in piena azione per accertare eventuali responsabilità e stabilire il da farsi per garantire la massima sicurezza dei ragazzi e delle loro famiglie: nel tardo pomeriggio di oggi il Prefetto D'Alessandro convocherà tutte le parti in causa per fare il punto della situazione su quanto emerso dai rilievi di questa lunga giornata e per prendere una decisione in merito all'eventuale chiusura dell'edificio.

Data inserimento: 2018-05-14 15:52:57

Data ultima modifica: 2018-05-14 23:04:02

Scritto da: Redazione