Posti letto nel Fermano. Giacinti replica alla Marcozzi: "La salute dei cittadini è garantita da efficienza e qualità"

«La salute dei cittadini è garantita da efficenza e qualità, i due principi fondanti della riforma sanitaria avviata nelle Marche da alcuni anni. L'Area Vasta 4 è stata tra le prime ad aderire a questa scelta, puntando sui servizi territoriali e sull'ospedale unico, che rappresenterà un punto di riferimento di eccellenza, con personale medico e paramedico qualificato e tecnologie all'avanguardia. Non mi preoccuperei del numero dei posti letto, intesi come semplice ricovero, tra l'altro recentemente incrementato per l'AV 4 di 30 unità per gli acuti, bensì della qualità dei servizi e della professionalità dei medici. Un bravo primario, ad esempio, vale molto di più di alcuni posti letto». Così il consigliere regionale, Francesco Giacinti, replica all'intervento della capogruppo di Forza Italia Jessica Marcozzi e del senatore Andrea Cangini che sollecitano una legge ad hoc per la sanità fermana.

«Le Marche, con grandi sacrifici e una riforma coraggiosaprosegue Giacintihanno mantenuto l'equilibrio finanziario, senza rinunciare a un'offerta di alto livello. La strada dell'appropriatezza, cardine di una sanità moderna, non significa tanti ospedali periferici che fanno tutto, come avveniva in passato, ma un polo altamente qualificato per gli acuti e strutture territoriali per la fase post-acuta. Il Fermano è stato il territorio precursore di questo processo, con la riconversione dei piccoli ospedali e l'apertura delle case della salute. Non è un caso che il primo ospedale di comunità inaugurato nelle Marche si trovi nella provincia di Fermo, a Montegiorgio, e poco dopo sono arrivate la potes e le cure intermedie a Sant'Elpidio a Mare, per una organizzazione più organica dei servizi sull'intera Area Vasta».

Data inserimento: 2018-06-21 14:27:51

Data ultima modifica: 2018-06-22 10:22:33

Scritto da: Redazione