Fermo, una serata dedicata alla danza tradizionale della cultura popolare: domenica la terza edizione de "La lunga notte del Saltarello"

Terza edizione de “La lunga notte del saltarello”, domenica 24 giugno a Fermo.  Sul naturale e magnifico palcoscenico di Piazza del Popolo, dalle ore 22.00 in poi si esibiranno Lu trainanà, Li Ceca face, Mapu e il Duo Lucanero Meo in un susseguirsi di tradizione e allegria.

Si tratta di un evento ad ingresso libero, con il patrocinio del Comune di Fermo, curato nell’organizzazione da Lagrù con la direzione artistica e organizzativa di Oberdan Cesanelli. A presentare Daniela Gurini.

 

Lu trainanà è un progetto che punta alla riscoperta e alla rivalutazione della tradizione musicale marchigiana propria dell’epoca contadina, con un repertorio legato alla terra (stornelli, canti di questua, ballate e serenate). Mapu è un gruppo di musica popolare il cui nome è tratto da una poesia di Antonio Angelelli (Ntunì de Tavarrò), che sta a rappresentare la spiga di grano tardiva. Li Ceca Face sono un gruppo folkloristico marchigiano che rievoca i contadini che cecavano la face, quelli cioè che mentre mietevano pur di non lavorare si mettevano a accotare la lama. Roberto Lucanero e Marco Meo con voce, organetto e tamburello trasportano ascoltatori e ballerini nel magico e tradizionale mondo del saltarello.

 

Anteprima alle ore 19.00 a Largo Maranesi, di fronte alla chiesa di San Domenico, con la conferenza spettacolo "La Notte di San Giovanni", con Roberto Lucanero e Oberdan Cesanelli. A partire dalle 19.30 sarà invece possibile degustare piatti di gastronomia popolare grazie al gruppo "Sapori di contrada".

“Il saltarello è una danza tradizionale che rappresenta la cultura popolare e contadina delle Marche. Questo evento vuole rendergli onore per valorizzarlo e farlo conoscere sempre più, anche alle giovani generazioni” - ha dichiarato Luigi Rocchi, ideatore della manifestazione e consigliere comunale con delega al centro storico. Cresce dunque l’attesa per un’iniziativa che è stata sempre molto partecipata e apprezzata dal pubblico per il clima di festa che, con le sue note, riesce a creare.

Data inserimento: 2018-06-22 15:11:20

Data ultima modifica: 2018-06-23 12:46:05

Scritto da: Redazione