Incendio al Circo Orfei. Morese attacca:"Cittadini sangiorgesi vessati dai fastidi delle strutture circensi. È ora di dire basta"

“E’ ora di dire basta a spettacoli circensi che impattano negativamente sulla condizione di vita dei cittadini che abitano nelle zone circostanti” - arrivano immediate le dichiarazioni del coordinatore comunale di Fratelli d’Italia a seguito dell’incendio che si è sviluppato nel circo ospitato nella zona  nord di Porto San Giorgio.

“Se è vero che la politica non può arbitrariamente concedere o meno l’autorizzazione agli “spettacoli viaggianti”, per i quali si avvia iter amministrativo apposito, è altrettanto vero che non può trascurare il lamento dei cittadini sangiorgesi. Ogni anno - continua Morese - i sangiorgesi che abitano nei pressi delle zone che ospitano le strutture circensi sono vessati ingiustamente da tutti quei fastidi che posso risultare dall’avere a due metri da casa, praticamente un zoo”.

 

“E’ normale che sul lungomare nord e sud della nostra città sostino strutture che ospitano animali di ogni genere anche pericolosi? Siamo così sicuri di poter garantire la sicurezza dei nostri cittadini? Sono domande che meriterebbero una risposta certa ed una assunzione chiara di responsabilità. Chiediamo al sindaco e al Consiglio Comunale di rivedere i regolamenti comunali in materia e di potenziare il controllo su queste attività che incidono pesantemente su aspetti chiave della città come igiene, sicurezza, immissioni e, in alcuni casi purtroppo, maltrattamento degli animali detenuti”.

 

“La nostra - spiega Morese - non è in alcun modo una crociata contro il circo che vanta un posto speciale nella tradizione del nostro Paese, ma una segnalazione chiara che viene dai nostri cittadini che debbono subire ingiustamente una serie di vessazioni che non hanno ragione di esistere. Perché se da una parte c’è il diritto di lavorare nel circo, dall’altra c’è il diritto del cittadino di vivere a casa sua senza subire odori maleodoranti e con la sicurezza di non incappare in situazioni pericolose che vanno dagli incendi, all’incontro di animali pericolosi”.

Data inserimento: 2018-07-21 11:54:59

Data ultima modifica: 2018-07-23 09:49:31

Scritto da: Redazione