Sabato 20 il convegno di Italia Nostra sulla figura di Adriano Olivetti

Per sabato 20 ottobre, alle ore 17.00, presso la Sala Olivetti del Museo MITI di Fermo, la sezione fermana di ITALIA NOSTRA ha organizzato un convegno sulla figura di Adriano Olivetti - imprenditore, ingegnere, intellettuale, politico.  

Un esempio di imprenditore illuminato che con la sua opera ha reso l’azienda di famiglia tra le più note in tutto il mondo, nel settore delle macchine da scrivere, da calcolo e dell’elettronica.

Alla Olivetti si devono, infatti, oltre alle notissime macchine da scrivere come la Lettera 22, strumenti come  l’Elea 9003 e la Programma 101; l’Elea fu il primo calcolatore completamente a transistor, mentre la Programma 101 il primo calcolatore personale da cui, poi, derivarono gli attuali personal computer.

Una figura, dunque, che appartiene alla cultura del nostro Paese e che la sezione fermana di Italia Nostra ha voluto proporre come esempio di imprenditore lungimirante ma anche attento alle esigenze delle sue maestranze.

L’incontro del 20 ottobre sarà aperto dal Presidente della sezione di Italia Nostra, Gioacchino Fasino e introdotto dal dott. Paolo Sbattella; seguiranno gli interventi della dott.ssa Matilde Trevisani, Project Manager della Fondazione “Adriano Olivetti” che parlerà su “L’eredità di Adriano Olivetti patrimonio UNESCO” cui farà seguito l’intervento del Prof. Gioacchino Garofoli, dell’Università dell’Insubria su “Impresa, innovazione e territorio: l’esempio di Adriano Olivetti”.

 

Data inserimento: 2018-10-11 09:30:32

Data ultima modifica: 2018-10-12 09:17:37

Scritto da: Redazione