Porto San Giogio. Marinangeli: "Chiuso il campo sportivo vecchio per inagibilità. Smantellamento a favore di palazzine? I cittadini siano informati"

"Dopo aver assistito a chiusure di attività commerciali, alla quasi chiusura del porto a pescherecci e diportisti, il 27 settembre 2018, con delibera di giunta l'Amministrazione Comunale di centrosinistra, chiude il campo sportivo vecchio per inagibilità. Vorremmo conoscere le motivazioni che hanno portato a questa decisione, quali tipi di interventi debbono essere eseguiti e con quali tempistiche, ma soprattutto ci chiediamo cosa sia successo di così clamoroso per arrivare a chiudere l'impianto sportivo. Non ci risultano siano accaduti eventi naturali così impattanti da portare ad una decisione del genere" la denuncia arriva dal consigliere di minoranza sangiorgese della Lega Marco Marinangeli.

"È evidente che l'immobilismo di questa giunta - prosegue Marinangeli - non ha consentito di individuare le problematiche a tempo debito e ad affrontarle nei tempi più giusti e non a stagione sportiva in corso. Dove saranno recuperati quegli spazi per i praticanti sport, sottratti con la chiusura? In una fase laddove fortunatamente aumentano le pratiche sportive, aumentano le richieste di spazi per praticare sport, a Porto San Giorgio andiamo nella direzione contraria, ossia procediamo alla chiusura e non a una corretta e puntuale gestione."

"Siamo tutti d'accordo nel sostenere che lo sport rappresenti elemento di crescita, di formazione, di aggregazione soprattutto per i più giovani, oltre che a favorire uno sviluppo turistico e commerciale, comparti sui quali Porto San Giorgio dovrebbe vivere - osserva il consigliere. Lo sappiamo a tal punto che il sottoscritto con l'amministrazione che lo sosteneva nel 2009, favorì una serie di interventi che portarono alla realizzazione del campo sportivo a nord di Porto San Giorgio in erba sintetica, che oggi rappresenta un fiore all'occhiello dell'impiantistica sportiva."

"Impegno, dinamismo e voglia di fare hanno permesso di avere una struttura nuovissima senza usare soldi pubblici, così come la tenso struttura del centro ricreativo Don Bosco della parrocchia a sud della città, nonché soldi privati per riqualificare la pista del salto in alto e salto in lungo per l'atletica, tra l'altro ancora da attuare. Concretezza e coraggio, quei valori necessari per cambiare un paese ingessato. Mi chiedo - conclude Marinangeli - dove sia finito quel progetto di riqualificazione del campo sportivo vecchio proposto da alcuni soci della Sangiorgese calcio disposti a investire soldi che avrebbero consentito di ottenere una riqualificata e moderna struttura, attraverso un project finance e quindi con bando pubblico al quale chiunque avrebbe potuto partecipare. Un'altra occasione persa per rilanciare la città. Ora ci chiediamo se questa situazione è figlia solo di un immobilismo politico o ci sono in quell'area volontà urbanistiche diverse. È previsto lo smantellamento del campo sportivo a favore di palazzine? I cittadini chiedono di essere informati."

Data inserimento: 2018-10-11 12:10:00

Data ultima modifica: 2018-10-12 10:14:33

Scritto da: Redazione