Sicurezza nelle scuole, arriva il decreto: quasi 4 milioni alla Provincia per il rifacimento dei tetti. Risorse anche per gli studi di vulnerabilità in 9 strutture

Dall'ultimo consiglio provinciale del mandato (il 31 ottobre sono infatti previste le elezioni di secondo grado per il rinnovo dei 10 consiglieri che affiancheranno nei prossimi due anni la Presidente Moira Canigola, ndr) arrivano buone notizie sul fronte della sicurezza degli edifici scolastici del territorio.

La Provincia di Fermo ha infatti ricevuto il decreto con il finanziamento di 3,9 milioni di euro per il rifacimento dei tetti dell'Iti Montani, del Liceo Classico Annibal Caro, del Liceo artistico di Porto San Giorgio e dell'istituto Tarantelli di Sant'Elpidio a Mare e nella seduta di ieri, spiega la Canigola, è stato dato il via libera alla variazione di bilancio necessaria perché al momento dell'approvazione del documento preventivo non c'era ancora l'ufficialità dell'arrivo di queste risorse.

 

Rifacimento dei tetti, dunque, ma non solo. Dal Ministero per la Pubblica Istruzione sono infatti arrivati altri 347 mila euro che serviranno per far partire subito gli studi per l'indice di vulnerabilità sismica di nove strutture scolastiche del territorio. Particolare attenzione destinata, naturalmente, all'Iti Montani: l'indice in questione verrà infatti rilevato al Convitto, alla sede del Biennio, al padiglione di Meccanica e Chimica e nella vecchia palestra. Le altre strutture interessate sono invece il Liceo delle Scienze Umane di Fermo, l'Itet Carducci-Galilei, l'Ipsia Ricci, il Liceo Artistico di Porto San Giorgio e il Tarantelli di Sant'Elpidio a Mare. La Provincia di Fermo sta già assegnando gli incarichi agli ingegneri incaricati di eseguire le rilevazioni e quindi le operazioni dovrebbero partire in tempi piuttosto brevi.

 

Data inserimento: 2018-10-24 12:52:18

Data ultima modifica: 2018-10-25 14:42:23

Scritto da: Andrea Pedonesi