Completati i lavori di ampliamento del cimitero di Capodarco, realizzati 120 nuovi loculi

Terminati i lavori di ampliamento del Cimitero di Capodarco con la realizzazione di 120 nuovi loculi nella parte nuova, nei pressi di una delle due aiuole vicine alla cappellina centrale.

Intervento che si aggiunge alla manutenzione ordinaria che si svolge tutti i mesi dell’anno e che riguarda dagli interventi sul verde ai vari lavori di sistemazione, dai restauri alle opere di urbanizzazione. Attenzione che, grazie al lavoro del Personale addetto ai servizi cimiteriali, è rivolta a tutti i cimiteri cittadini, con interventi che avvengono appunto nei dodici mesi dell’anno: basti ricordare, fra le altre cose, il fatto che proprio lo scorso anno, nell’ottica del risparmio energetico, è avvenuta anche la sostituzione delle vecchie lampade con quelle a led.

“Oltre a questo è in corso di definizione la progettazione per il recupero dei locali comunali su Largo dei Clareni, che va a completare un po’ il disegno di quella zona dopo che sono stati adibiti gli spazi per i laboratori scolastici. Saranno spazi in più per il quartiere, il finanziamento è stato approvato con l’ultima variazione di bilancio in Consiglio Comunale e rappresenta un ulteriore lavoro per Capodarco” – ha detto il Sindaco Paolo Calcinaro.

“Quello dell’ampliamento era un intervento atteso, necessario e previsto dal piano delle Opere Pubbliche – ha aggiunto l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani – considerato anche il fatto che il bacino di utenza in questo caso abbraccia un vasto territorio, che ricomprende anche San Marco Paludi, Lido Tre Archi, San Tommaso, Casabianca e Lido di Fermo”.

“Gli ultimi loculi realizzati a Capodarco risalgono a diversi anni fa – ha aggiunto il consigliere comunale Gabriele Palmucci, che ne ha la delega –. Questi nuovi lavori testimoniano la cura per questo quartiere svolta con grande impegno, così come per tutte le strutture cimiteriali della città, per un servizio che fra l'altro vede la città di Fermo anche fra le poche con la quota delle lampade votive rimasta invariata”.

Data inserimento: 2018-11-26 15:58:04

Data ultima modifica: 2018-11-26 18:28:18

Scritto da: Redazione