Contrasto al bullismo, dalle parole ai fatti: la Regione stanzia 260 mila euro per l'attuazione della legge approvata ad agosto

Risorse per arginare il fenomeno del bullismo: la Giunta regionale, su proposta dell'assessore Fabrizio Cesetti, ha approvato una variazione di bilancio di 260 mila euro nel triennio 2018-2020 per dare attuazione concreta alla legge n.32 dell'agosto scorso "Disciplina degli interventi regionali di carattere educativo per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni del bullismo, del cyberbullismo, del sexting e della cyberpedofilia".

"Una legge necessaria e urgente considerando le rapide trasformazioni sociali e tecnologiche in corso – rileva l'assessore Cesetti - per sostenere educatori e famiglie contro bullismo, violenza e soprusi compiuti sugli altri con l'uso dei nuovi media. Le Marche, tra le prime regioni in Italia a dotarsi di una legge specifica su questi temi, hanno svolto un prezioso lavoro di rete per rispondere tempestivamente alle emergenze educative che stanno emergendo".

La legge è frutto di un proficuo confronto con associazioni, rappresentanti della Polizia Postale, servizi socio-sanitari, mondo della scuola e Ordine degli Psicologi. Per la realizzazione degli interventi vengono promossi accordi con le Università, l'Ufficio scolastico e gli ordini professionali.

Data inserimento: 2018-11-29 14:52:26

Data ultima modifica:

Scritto da: Redazione