Nel ciauscolo Ciriaci un agente non patogeno. L'azienda: “Lotto quasi interamente ritirato dal mercato”

Dopo la notizia della mancata conformità ai criteri di sicurezza alimentare di un lotto di ciauscolo del Salumificio Ciriaci di Ortezzano, arrivano le precisazioni della titolare Graziella Ciriaci.

 

“Nell'ottica della massima trasparenza e correttezza nei confronti del consumatore – spiega l'imprenditrice – siamo soliti adottare tecniche di autocontrollo e autoverifica dei prodotti che escono dallo stabilimento”.

 

E sono state proprio le stesse analisi effettuate dal salumificio sul lotto incriminato, il 181109/C, a segnalare la presenza di un microrganismo non patogeno. A quel punto, per evitare qualsiasi possibilità di danno o di malcontento da parte dei consumatori, l'azienda ha deciso di procedere al suo ritiro, segnalando contestualmente la situazione al Ministero della Salute, che ha poi provveduto ad emettere la circolare di cui vi abbiamo dato conto.

 

Sono 247 i kg totali di prodotto “incriminato” che nel frattempo erano stati immessi sul mercato, la grande maggioranza dei quali è stata già ritirata dai punti vendita: all'appello mancano ancora 23 kg, ma, garantisce la Ciriaci, con i corrieri al lavoro è presumibile che le operazioni termineranno nella serata di oggi.

 

In ogni caso l'azienda resta a disposizione dei consumatori per qualsiasi chiarimento attraverso il numero verde 800410809.

Data inserimento: 2018-12-14 11:40:38

Data ultima modifica: 2018-12-15 17:06:58

Scritto da: Redazione