Porto Sant'Elpidio. L'occhio elettronico incastra l'autore dei furti a "Il Gambero ai Settemari" e "Bagni 55"

A seguito dei numerosi furti con spaccata avvenuti in diversi chalet e ristoranti del lungomare di Porto Sant'Elpidio nella notte del 3 dicembre, tra i quali quelli de "Il Gambero ai Settemari" e "Bagni 55", che avevano riportato ingenti danni alle strutture e agli arredi oltre all'ammanco di denaro custodito nei registratori di cassa, i Carabinieri della locale stazione hanno posto in essere una articolata e complessa attività di indagine tesa all'individuazione dell'autore dei fatti.

L'attività dei militari, svolta con l'acquisizione delle immagini di videosorveglianza e della pronta acquisizione delle denunce dei titolari, ha permesso di indirizzare le indagini su un noto pregiudicato della zona che, per il modus operandi e a seguito della descrizione fisica fornita dagli stessi filmati, è risultata convergere sull'uomo in questione. La corrispondenza dell'abbigliamento indossato dal colpevole dei furti ha fornito le prove sulla paternità dei reati.

Lo sviluppo delle rislutanze investigative, prontamente riferito all'Autorità Giudiziaria di Fermo, guidata dal Procuratore della Repubblica Alessandro Piscitelli, veniva avallato con la conseguente richiesta di misura cautelare in carcere, successivamente accolta dal Gip del Tribunale di Fermo, la Dottoressa Maria Grazia Leopardi, la quale ne ha disposto la cattura.

L'uomo, D. R. le sue iniziali, è stato arrestato nella nottata appena trascorsa a Lido Tre Archi, prima che, come sospettavano gli inquirenti, potesse darsi alla fuga.

Data inserimento: 2018-12-19 11:29:11

Data ultima modifica: 2018-12-21 09:35:17

Scritto da: Redazione