Lotteria Italia, pesa la mancanza del Gratta e Vinci: nelle Marche staccati 174mila biglietti (-20%). Forte calo ad Ascoli Piceno

Vendite in calo per la Lotteria Italia anche nelle Marche, dove i biglietti venduti, riporta Agipronews, sono stati 174.450, il 20% in meno sulla precedente edizione. Non ha evidentemente giovato alla Lotteria l'eliminazione del Gratta e Vinci che fino allo scorso anno compariva sul biglietto e garantiva una possibilità di vincita immediata, al costo complessivo di 5 euro. Quest'anno il prezzo è rimasto immutato e il mancato appeal del “grattino”, prodotto di successo radicato nelle abitudini degli italiani, ha finito per penalizzare la vendita.

Va alla provincia di Ancona il primato di tagliandi staccati, pari a 61.880, il 21,5% in meno rispetto allo scorso anno. Segue per vendite assolute, riporta Agipronews,  Pesaro Urbino (36.400, -15,9%), oltre 28mila tagliandi a Macerata (-27,5%), poco più di 28mila anche a Fermo (-3,7%); Ascoli è ultima per tagliandi staccati in assoluto, 19.500, ma registra il calo maggiore con un -29,3%.  In generale, nella regione il punto più alto degli ultimi dieci anni è stato toccato nel 2009 (quando la Lotteria era abbinata a “Affari tuoi”), con 318mila biglietti. Il punto più basso nel 2014 (“La Prova del Cuoco”), con 178mila tagliandi venduti. LL/Agipro

Data inserimento: 2019-01-05 10:39:21

Data ultima modifica:

Scritto da: Redazione