L'Infinito e i suoi... 'interminati spazi': incontro con l'astrofisica Francesca Faedi a Recanati

Se il 2019 si è già preannunciato come l'Anno dell'Infinito Leopardiano e Recanati è già pronta a celebrarne i duecento anni dalla stesura, si contano, tuttavia, diverse occasioni di commemorare eventi importanti: dal 50° dello sbarco dell'uomo sulla luna al secolo di vita dell'Unione Astronomica Internazionale (UAI) che organizza a livello mondiale, tra l'11 e il 13 gennaio, 100 ore di Astronomia con eventi a tema adatti a qualsiasi pubblico. Insomma  si parlerà di ..." interminati spazi" proprio nella città di Leopardi, autore tra gli altri capolavori, di una "Storia dell'Astronomia"e  dell'idillio "Alla luna", per rimanere nella  tematica spaziale.

Per arricchire le occasioni di valorizzazione della figura di Giacomo Leopardi e nell'ambito delle iniziative per il Bicentenario dell'Infinito, la Regione Marche, in collaborazione con il Comune di Recanati, ha promosso questo incontro formativo soprattutto per coinvolgere le giovani generazioni delle scuole locali su come si possano coniugare temi scientifici e letterari di grande interesse.

All'iniziativa della UAI che a Recanati prende il titolo "L'Infinito e il Cosmo", hanno aderito i ragazzi del liceo scientifico "Leopardi": dialogheranno con la scienziata astrofisica Francesca Faedi, marchigiana, tra i pochi esperti in Italia e al mondo di esopianeti (e non solo), tema per il quale è referee della rivista scientifica Nature. La scienziata è già stata intervistata a inizio anno da Tg3Marche sulla sonda New Horizons, evento di impatto mediatico planetario unico per l'umanità, che mai ha esplorato oggetto più lontano e primordiale del sistema solare. Nella stessa intervista l'astrofisica, originaria di Pesaro, ha posto l'accento anche su alcuni contributi significativi di marchigiani illustri tra i quali Enrico Mattei (il cui interessamento fu determinante per consentire all'Italia di essere la terza nazione al mondo alla conquista dello spazio) e Giuseppe Occhialini (considerato padre dell'astrofisica italiana che contribuì all'Agenzia Spaziale Europea). Il Liceo Scientifico "Leopardi" di Recanati è stato quindi iscritto nel sito internazionale della manifestazione e potrà partecipare anche al best event prize.

Data inserimento: 2019-01-10 15:32:56

Data ultima modifica:

Scritto da: Redazione