Festival di Sanremo. Un podio che parla anche marchigiano. Ecco chi c'è dietro le canzoni che hanno trionfato all'Ariston

Vince Mahmood con Soldi la sessantanovesima edizione del Festival della canzone italiana. Un singolo che è stato scritto dallo stesso Mahmood insieme a Charlie Chales e Dardust, nome del progetto artistico di Dario Faini di Ascoli, che ha anche diretto l’orchestra.

Dario Faini, in arte Dardust, è un pianista, compositore e musicista ascolano di grandissimo successo.

Al terzo posto Il Volo con Musica che resta e anche qui, oltre a Gianna Nannini e Antonello Corazza, tra gli autori figurano Emilio Munda di Fermo e Piero Romitelli di Civitanova. Emilio, un contratto con la Sugar di Caterina Caselli, ha scritto e pensato il brano proprio per le voci dei tre tenorini e, arrivati così davanti alla platea sanremese, non si sono fatti sfuggire il podio con questo successo scritto proprio dal giovane fermano. Al quarto posto, vincitrice morale del Festival, Loredana Bertè, con “Cosa ti aspetti da me” e anche qui ritroviamo quel Piero Romitelli. da Civitanova con furore, che, dopo esere diventato noto al grande pubblico per la sua partecipazione alla trasmissione Amici di Maria De Filippi, si è aperto una sfolgorante carriera di autore, spesso e volentieri in coppia con Munda e insieme non sono nuovi a centrare grandi obiettivi.

Data inserimento: 2019-02-11 10:05:52

Data ultima modifica: 2019-02-12 11:25:09

Scritto da: Redazione