Paolo Nicolai entra nel direttivo marchigiano del Pd. L'ex segretario provinciale risponde a Tulli e poi annuncia: "La rotatoria di San Marco verrà finanziata interamente dalla Regione"

Dopo la nomina di Fabiano Alessandrini a vice segretario del nuovo Pd marchigiano guidato da Giovanni Gostoli, nei giorni scorsi è arrivata la notizia dell'ingresso di un altro rappresentante del Fermano ai vertici del partito regionale: l'ex segretario provinciale Paolo Nicolai è entrato infatti a far parte del direttivo.

"Ringrazio il Segretario Regionale PD Giovanni Gostoli ed il vice segretario Fabiano Alessandrini per la mia nomina nell’esecutivo - commenta Nicolai -. E' evidente che la federazione Pd fermana avrà un ruolo considerevole, come mai prima d'ora, nello schema marchigiano: ciò comporta delle responsabilità ulteriori e spero di poter dare al meglio il mio contributo".


"Abbiamo di fronte un periodo importante e la coesione del partito per affrontare nel modo ideale e con un approccio pragmatico le questioni più complesse del governo regionale saranno il punto di partenza - continua l'ex segretario provinciale -. E' fondamentale lasciare da parte l’inutilità che spesso contraddistingue il nostro dibattito interno e le contrapposizioni di posizione per aprirci invece ad una discussione utile sulle tematiche, aiutando così il Segretario ad essere riferimento.
Nel nostro territorio le sfide sono molteplici: dovremmo invertire la tendenza di una crisi economica lacerante ed abbiamo bisogno di piani di sviluppo efficaci, senza tralasciare settori importanti oltre il manifatturiero, come il turismo ed una nuova sfida sull’agricoltura. Il tutto tenendo da conto un governo centrale che finora non ha dato risposte adeguate.
Dovremo implementare i servizi sanitari migliorandoli e ragionando sul nuovo piano senza lasciare indietro nessuno. Bisognerà inoltre gestire la ricostruzione post-terremoto per quello che è di competenza regionale, viste le evidenti mancanze dell’attuale governo Lega/Cinque Stelle su questo tema".

 

Poi Nicolai risponde al consigliere comunale fermano della Lega Gianluca Tulli, che più volte nell'ultimo periodo ha voluto sottolineare a mezzo stampa le risorse che il nuovo esecutivo nazionale avrebbe messo a disposizione del nostro territorio, distinguendosi da questo punto di vista in maniera netta da quanto fatto negli anni scorsi dai governi a guida Pd: " Ho letto con mio rammarico il consigliere della Lega di Fermo Gianluca Tulli, che con varie uscite a mezzo stampa ha messo in discussione le azioni intraprese nel territorio da parte del Partito Democratico, elogiando invece le risorse varate dall’attuale governo. Vorrei allora ricordare che nella nostra città, dove lui è stato eletto nel consiglio comunale, il governo Renzi/Gentiloni ha stanziato 8 milioni di euro del bando periferie per la riqualificazione del quartiere di Lido tre Archi, mentre la Regione Marche a guida PD ha sbloccato fondi per oltre 1 milione di euro per la ristrutturazione del Terminal e di Fontevecchia, ben 6,3 milioni per l’ex mercato coperto e 460 mila Euro per adeguamento TMB-discarica di San Biagio - ricorda Nicolai, che poi aggiunge una novità su un'opera pubblica molto attesa nel nostro territorio -: posso inoltre annunciare chiaramente che la rotatoria di San Marco alle Paludi sulla Statale 16 verrà finanziata interamente dalla Regione grazie al lavoro svolto dal PD cittadino e dal circolo di San Marco/San Tommaso con l’assessore Fabrizio Cesetti.

"Chiudo rammentando le risorse per il nuovo ospedale e purtroppo, conseguenza di una tragedia, la ricostruzione del nuovo polo scolastico. Posso affermare al consigliere leghista che il Sindaco Calcinaro deve un sentito ringraziamento istituzionale agli amministratori del PD per il sostegno dato in questi anni alla nostra città e spero lo faccia con più chiarezza in futuro".

 

"Tulli si vanta dei 400 milioni di Euro stanziati dal governo che lui sostiene per i paesi sotto i 20 mila abitanti - aggiunge Nicolai -. Fermo però non ne beneficerà ed i comuni interessati sono più di 6.100; non considerando la gradualità in base al numero di abitanti sono una media di 65.000 Euro a municipio, risorse che vanno bene per qualche marciapiede. Sempre Tulli ha parlato dei 500 mila Euro sbloccati dal patto di stabilità sul piano periferie: gli ricordo che sono soldi del comune e già anticipati da quest’ultimo - stucchevole - perché non abbiamo notizie dell’investimento nel suo insieme e dei milioni di euro assegnati a questo. Questo è il raffronto. Il resto sono veramente inutili argomenti da propaganda elettorale".

 

Infine Nicolai ha voluto spendere parole di apprezzamento per il lavoro portato avanti dagli esponenti del Pd cittadino di Fermo: "Stanno lavorando costantemente a testa bassa imparando dalle proprie sconfitte. Vedo una buona classe dirigente che si sta coadiuvando, due consiglieri comunali come Pierluigi Malvatani e Manolo Bagalini che sono il riferimento del partito, una colonna come il segretario cittadino Carlo D’Alessio insieme ai bravi segretari di circolo, non per ultima una giovane ed in gamba vice-segretaria come Sara Franca, sostenuti da molte persone di esperienza che stanno aiutando con grande spirito di
servizio.
Tutto questo dà slancio per il futuro che andremo ad affrontare: ci saranno cambiamenti e la sinistra riformista muterà e dovrà essere pronta ad accettare nuove sfide. Ci aspettano anni intensi".

Data inserimento: 2019-02-15 16:03:29

Data ultima modifica: 2019-02-17 09:18:53

Scritto da: Redazione