Eventi
Che lo spettacolo abbia inizio! A Montegranaro parte il Veregra Street Festival

Inizia oggi la XVI edizione del Veregra Street Festival: per sette giorni la meraviglia, lo stupore, le magiche atmosfere, gli odori ed i sapori dell’arte e del cibo di strada saranno portati nel centro storico di Montegranaro trasformandolo in un enorme teatro a cielo aperto dove acrobati, giocolieri, musicisti e teatranti si alterneranno sino a notte inoltrata. 

Che lo spettacolo abbia inizio! A Montegranaro parte il Veregra Street Festival

Più di 100 rappresentazioni in 8 giorni di programmazione con 68 compagnie professioniste, delle quali la metà provenienti dall’estero e da ogni parte del mondo.
Come per esempio il giapponese Hiyro, ospite per tre giorni del Veregra in uno dei suoi pochi impegni italiani di una tournée europea che lo vedrà protagonista tra i principali festival del settore. Hiyro molto più di un giocoliere, un clown o un acrobata. Fin dalle prime esibizioni di ieri il pubblico è stato catapultato nella sua performance come in un libro a fumetti e in un mare di risate.
Per il teatro di figura ancora oggi e domani si esibirà la compagnia polacca Ola Muchin con meravigliosi burattini frutto di un lavoro di ricerca decennale. I francesi Tac o Tac raccontano una storia sulla conquista dello spazio con quattro pazzi personaggi che eseguono incredibili acrobazie utilizzando degli alti trampoli a molla. I belgi Che Cirque utilizzano un umorismo moderno che si basa sull’uso raffinato e speciale di tecniche di clown e teatro fisico. I francesi Bris de Banane in ‘Omicidio al motel’ mettono in scena uno spettacolo di teatro comico senza l’uso di parole ma con accessori vari che faranno rivivere più grandi scene della pellicola in un thriller avventuroso e divertente. E ancora, il bravissimo clown argentino El Niño del Retrete farà vivere emozioni forti grazie a personaggio delirante e geniale che porta in scena il bambino che ognuno ha “dentro di sé”.
Tra gli italiani spicca lo spettacolo ‘R4. fuga per la libertà’ delle compagnie Nani Rossi e Mc Fois, una delle creazioni vincitrici si ‘Cantieri di Strada 2014’, la decima edizione del concorso indetto dalla FNAS, Federazione Nazionale Arte di Strada. Lo spettacolo è anche co-prodotto dal Veregra Street Festival in una filosofia di sostegno alle creazioni nostrane che il direttore artistico Giuseppe Nuciari attua da sempre e con orgoglio. E poi ancora il clown Otto il Bassoto e la street dance dei marchigiani Sub Limen. Una giornata ricca di tantissimi spettacoli e di tantissimi generi e nei quali, come sempre non mancherà la musica, con i ritmi anni ’40 e ’50 dei Trauma show e Pa.Pi.&Blonde, il rock dei Nu.Ira e il folk dei Porto Flamingo.
Tra le tante iniziative si troverà sempre il ‘Veregra Children’ e il ‘Veregra Street Food’.
Il ‘Veregra Children’ è un grande spazio dedicato ai bambini curato dell’associazione Il Gufo Anacleto in tutti i giorni di festival nella zona che va dalla Biblioteca Comunale fino a Via dei Volontari e in cui domenica 22 giugno viene organizzato l’evento intitolato “Cosa ci faccio di google se ho una biblioteca?” in cui verrà preparato un cesto con tanti bigliettini che riportano quesiti ai quali i bambini dovranno rispondere cercando la risposta tra i libri della biblioteca.
Il ‘Veregra Street Food’ è un’intera sezione dedicata al cibo di strada con numerosi stand in cui gustare specialità nazionali e internazionali nonché piatti tipici della tradizione marchigiana.
Dalle ore 20:00 alle 24:00 nella Sala Arte 2000 di Piazza Mazzini si può visitare la Mostra “Takimiri… La leggenda”, per la prima volta una esposizione di foto, articoli, manifesti, libri e costumi di scena che raccontano l’emozionante leggenda del clown Takimiri, al secolo Antonio Taddei, un personaggio unico che nacque in Argentina nel 1911 da genitori italiani e che all’età di 13 anni entrò a far parte di un circo diventando in poco tempo uno dei più grandi acrobati al mondo. Per le sue spericolate acrobazie alla corda aerea venne chiamato Takimiri che in giapponese significa ‘l’uomo della fune’. Ferito gravemente in guerra, al suo ritorno a casa decise di trasformarsi in un ‘pagliaccio’ dando così vita alla leggendaria storia del Clown Takimiri che per anni ha fatto divertire i bambini di tutto il mondo.
“Arte & Tipicità” è invece una sezione gestita dalla CNA Provinciale di Fermo con diversi momenti in cui il pubblico potrà incontrare il mondo produttivo del territorio. In via Gramsci le aziende del settore alimentare proporranno assaggi e golose degustazioni delle migliori produzioni enogastronomiche, mentre su via Bassi e via Solferino sarò allestita l’esposizione che arriva dai maestri dell’artigianato artistico e tradizionale del territorio. Verranno anche colorati i locali dell’ex ospedale vecchio con i dipinti della mostra curata all’associazione culturale “la Tavolozza” di Porto Sant’Elpidio, che per l’occasione organizzerà anche momenti di pittura dal vivo.
È inoltra aperta e visitabile la Cripta di Sant’Ugo nei giorni 21, 22, 26, 27 e 28 giugno dalle ore 21:00 alle ore 24:00.
Si ricorda che tutti gli eventi e spettacoli sono gratuiti.

Letture:1867
Data pubblicazione : 21/06/2014 12:58
Scritto da : Silvia Interlenghi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications