Eventi
Smerillo. Silenzio, parla la montagna

Il Festival “Le Parole della Montagna”, dopo l’anteprima svoltasi a Montefalcone Appennino, nei giorni scorsi, finalmente apre i battenti.Nel pomeriggio di ieri, il tranquillo borgo di Smerillo, che per l’occasione ha visto il pubblico delle grandi manifestazioni, ha accolto i passi finali dei “camminatori”.

Smerillo. Silenzio, parla la montagna

Grazie all’organizzazione della “Compagnia dei Cammini”, i marciatori hanno percorso i Monti Sibillini partendo da Fiastra e, facendo tappa a Monastero e Garulla, hanno attraversato oggi le vie del paese portando tutte le riflessioni sul “silenzio”, tema del Festival 2014, che hanno prodotto durante il cammino.
L’apertura ufficiale della manifestazione è avvenuta con l’inaugurazione della mostra fotografica, già pubblicata in importanti riviste del settore,“Into the Silence”, del fotografo e regista Carlo Bevilacqua. Uno spaccato sull’eremitismo contemporaneo. Le foto, di grande impatto, danno risalto agli eremiti contemporanei: “persone che interpretano la realtà con codici diversi da quelli consueti, in genere persone molto colte che hanno probabilmente difficoltà ad entrare in contatto con il proprio SE’ all’interno della nostra società e scelgono quindi un modo di vivere alternativo che non necessariamente arriva all’isolamento”.
Dopo una pausa conviviale, la serata è continuata con la parentesi poetica con un intervento del fotografo Giorgio Tassi: perché la poesia non passa solamente dalle parole.
A conclusione della giornata l’appassionante incontro con Carla Perrotti, documentarista con esperienze di viaggi nei luoghi più selvaggi della terra. Tra le sue imprese colpiscono particolarmente le traversate dei deserti che vengono raccontate nel libro “Deserti” (Corbaccio 1998) ed, in particolare, quella del deserto libico,Akakus Tadraf, che per la prima volta è stato possibile attraversare da una donna sola in nome della pace in Africa. Carla Perrotti ha messo anche a disposizione la sua esperienza come guida al maratoneta non vedente Fabio Pasinetti. Non poteva essere descritto in modo migliore il significato di “Silenzio”.
Si rinnova allora l’appuntamento per oggi, seconda giornata del festival, con personaggi di grande levatura come il monaco di Bose Luciano Manicardi, e l’alpinista Spiro Dalla Porta Xidyas. Nella giornata di sabato gli alpinisti Enrico Camanni e Silvio “Gnaro” Mondelli ci faranno provare il senso della verticalità e l’emozione degli “ottomila”. La poesia, con nomi illustri del calibro di Valentina Colonna, Lorenzo Babini, Filippo Davoli, Franco Loi, Davide Rondoni e Paola Loreto apre, come di consueto, gli incontri.
Per i bambini appuntamento a sabato mattina con le asine Agata e Iside dell’associazione “Asini si nasce”, che li accompagneranno attraverso i sentieri del bosco di Smerillo ad ascoltare racconti dell’autrice Elena Belmontesi e non solo e a conoscere il mimo Aldo Spahiu che mostrerà anche ai bambini i vari significati di “silenzio”. Nel primo pomeriggio sarà attivato un laboratorio in tema con il Festival.
Sarà allestito, nei prossimi giorni, il mercatino dei libri di montagna e non solo, con presentazioni ed intrattenimenti.

Letture:1672
Data pubblicazione : 25/07/2014 11:14
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications