Eventi
Domani, 15 Novembre, la protesta dei patronati arriva anche a Fermo

Contro i tagli delle risorse contenuti nella legge di Stabilità, protestano i patronati. Avviata dal Coordinamento Cepa, che raggruppa i principali patronati Acli, Inas, Inca e Ital, la protesta sfocerà domani sabato 15 novembre nella giornata nazionale di mobilitazione con Presidi e petizioni per la raccolta di firme, in tutte le province d'Italia, Fermo compresa.

Domani, 15 Novembre, la protesta dei patronati arriva anche a Fermo

Nelle Marche, sabato 15, sette sono le piazze interessate da presidi e raccolta di firme. Sono: Ancona, in piazza Cavour dalle 9 alle 12; Civitanova, dalle 9 alle 12 a C.so Umberto I; Ascoli Piceno, dalle 9 alle 12 in via Cino del Duca; Fermo, in piazza del Popolo dalle 9 alle 12; Pesaro in piazza del Popolo dalle 9 alle 12; Urbino in Piazza della Repubblica dalle 9 alle 12 e Fano, in c.so Matteotti dalle 9 alle 12. In tutte le piazze verranno effettuati volantinaggi per informare i cittadini sui contenuti della protesta e proseguirà la raccolta delle firme a sostegno della richiesta del ripristino dei fondi per i patronati. Venerdì scorso, i rappresentanti dei patronati nelle Marche si sono incontrati con il Prefetto di Ancona al quale hanno esposto le ragioni della protesta e chiesto il sostegno presso il Governo.
"Solo nelle Marche, l'attività dei patronati è notevole -informa Cinzia Castignani, dell'ufficio stampa e comunicazione della CISL Marche -. Nel 2013, sono state oltre 350mila le pratiche evase su richiesta di marchigiani. Tra le tante, 18.087 le domande di pensione tra cui 7.584 domande all'Inps di pensione di vecchiaia e anzianità, 3026 domande di pensione di inabilità e invalidità, 7.437 domande di pensione superstiti. Sono state inoltre 38.912 le domande di disoccupazione ordinaria Aspi, 14.477 quelle di disoccupazione requisiti ridotti mini Aspi, 6.250 le domande di indennità di mobilità. Inoltre, 30mila le domande presentate al Ministero dell'Interno per rinnovo titoli di soggiorno e ricongiungimenti familiari.
L'elenco prosegue con 7500 domande all'Inail per malattie professionali e 38mila per infortuni sul lavoro. Occorre sottolineare che su 100 tipologie di pratiche previste nel paniere del Ministero del Lavoro per l'attività obbligatoria dei patronati, solo 34 sono remunerate con il contributo del Fondo patronati. Sul totale di 350mila pratiche, solo 100mila sono coperte dal finanziamento del fondo patronati, tutto il resto è gratuito.
Nel complesso, il Cepa delle Marche occupa 200 operatori ed è supportato dalla collaborazione di oltre 150 collaboratori volontari".
Continua poi la Castignani: "Se la legge di stabilità dovesse mantenere i tagli previsti, il sistema patronati si vedrebbe costretto a ridurre drasticamente il numero dei propri dipendenti, con un taglio di oltre 6.000 posti di lavoro.
Va infine sottolineato che il fondo patronati è finanziato dai contributi previdenziali di tutti i lavoratori e non dalla fiscalità generale. Così mentre i lavoratori e le lavoratrici dipendenti continueranno a pagare integralmente i contributi previdenziali all'Inps, lo Stato incamererà la quota oggi destinata alla tutela gratuita per destinarla ad altri scopi non precisati, con il rischio di un fondato vizio di costituzionalità dei tagli previsti".

Letture:2162
Data pubblicazione : 14/11/2014 11:08
Scritto da : la Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications