Eventi
Montegranaro. La tragedia delle foibe, l'esilio ed un incontro per rinnovare la memoria

Si terrà martedì 9 febbraio, alle ore 21.30 all'interno della Biblioteca di Montegranaro, un'iniziativa di approfondimento sulla tragedia delle Foibe e dell'esilio degli italiani delle terre d'Istria, Fiume e Dalmazia, organizzata da Gioventù Libera e dall'associazione Aries, con il patrocinio dell'Amministrazione comunale. Ospite della serata sarà Orazio Zanetti, Presidente per le Marche Sud dell'ANVGD (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia).

Montegranaro. La tragedia delle foibe, l'esilio ed un incontro per rinnovare la memoria

Interverranno anche il Sindaco Ediana Mancini, gli Assessori Giacomo Beverati ed Endrio Ubaldi, il Consigliere Paolo Gaudenzi.

Attraverso letture, narrazioni e riflessioni, quindi, verrà ricordata una delle pagine più drammatiche della storia italiana ed europea, per commemorare la quale il Parlamento, con la legge 92 del 2004, ha deciso di istituire il 10 febbraio il Giorno del Ricordo al fine, come recita lo stesso testo, “di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra”.

Letture:3432
Data pubblicazione : 08/02/2016 10:58
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
9 commenti presenti
  • mendicante

    11-02-2016 09:17 - #9
    Il giorno del ricordo sulle Foibe è l'operazione più smaccatamente fascistoide, o neofascista, alla quale dobbiamo assistere in questi ultimi anni sempre più tristi. Un'operazione di revanscismo irredentista volgare e menzognero, fatto da chi non conosce la storia, in particolar modo quella storia, e magari non sa nemmeno chi erano i domobranci. E lo dobbiamo in gran parte, anche questo ahinoi, a una certa sinistra cosiddetta democratica. Perché al peggio non v'è mai fine, e la sinistra democratica italiana ha fatto solo enormi danni…
  • Carlo

    10-02-2016 18:42 - #8
    Il migliore studio sulla resistenza rimane quello di Claudio Pavone: Una guerra civile. Saggio storico sulla moralità nella resistenza, che ovviamente abbiamo letto tutti... poi ci sono storielle... Comunque, a parte i valori della resistenza, a parte i crimini comunisti, siamo tutti antifascisti e rigettiamo quel regime, io, mendicante, Il Vecchio Oligarca, Aries, Sfroos e Loredana Moretti o mi sbaglio?
  • Loredana Moretti

    10-02-2016 10:08 - #7
    "il lupo perde il pelo ma non il vizio" la sinistra "democratica" in teoria ancora tenta di interpretare la storia a senso unico, usando come sempre la morale a doppio binario: "i criminali sono sempre i nazisti ed i fascisti" gli altri hanno ammazzato, stuprato effettuato genocidi, ma sempre "a fin di bene"...... La Resistenza è ancora una pagina con poche luci e molte ombre tutte da scoprire!!!! Ma guai a chi tenta di parlare "fuori dal coro" !!!!
  • Sfroos

    09-02-2016 12:23 - #6
    questi "valori" della resistenza andrebbero presi ed analizzati uno per uno, la pacchia deve finire...a montefortino e montemonaco chiamavano i partigiani "latriotti" anziché patrioti, si vede che la spesa proletaria era di moda anche allora...
  • Aries

    08-02-2016 21:14 - #5
    Aries da anni è impegnata al fianco del Presidente dell'ANVG Orazio Zanetti per dar voce ad un pezzo di storia volutamente taciuta,una storia nascosta dai vincitori,una storia che parla di crimini e eccidi ma soprattutto una storia tragica tutta Italiana. E' possibile soddisfare ogni vostra curiosità partecipando alle varie iniziative che ci saranno questa settimana in tutta la provincia.
  • Carlo

    08-02-2016 20:53 - #4
    nazi-fascisti... non solo nazisti... l'importante è che siamo tutti antifascisti e che sosteniamo i valori della Resistenza, vero?
  • Il Vecchio Oligarca

    08-02-2016 16:50 - #3
    Si parlerà dei crimini comunisti, che sono paragonabili a quelli nazisti. Le due ideologie che hanno insanguinato il "900 e sono finite entrambe nella cloaca della storia!
  • mendicante

    08-02-2016 13:20 - #2
    Quindi si parlerà dei crimini fascisti, immagino...
  • Carlo

    08-02-2016 12:59 - #1
    Gioventù libera e Aris sono organizzazioni che credono nell'antifasciste o che almeno sostengo i valori della Resistenza? Curiosità mia.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications