Eventi
Giornate Fai d'Autunno, Open Day Musei, Concorso Corale Nazionale, Mercatino Sardo ed esposizioni artistiche: il ricco week end fermano. SCOPRI GLI EVENTI

Un fine settimana ricco di iniziative per la Città di Fermo; Giornate Fai d'Autunno, Open Day Musei, Concorso Corale Nazionale, Mercatino Sardo e La Marguttiana.

Giornate Fai d'Autunno, Open Day Musei, Concorso Corale Nazionale, Mercatino Sardo ed esposizioni artistiche: il ricco week end fermano. SCOPRI GLI EVENTI

Francesco Trasatti, Assessore alla Cultura, ha esordito: “Una conferenza stampa cumulativa perché già in passato, vuoi per la coincidenza degli appuntamenti consolidati, vuoi perché questi appuntamenti vanno a unirsi nella stessa giornata, credo sia opportuno lanciare un messaggio di arte, di bellezza, di possibilità di trascorrere un week end nel centro storico con attività che si uniscono in nome della cultura. Quest’anno si può contare anche la coincidenza del mercatino sardo per cui ringrazio l’Assessore al Commercio Mauro Torresi che è qui con noi.”

“Insieme al Sistema Museo è previsto l’ingresso gratuito per i residenti di Fermo alla mostra del Rubens nella Chiesa di San Filippo Neri, iniziativa che aveva la sua abitudine anche prima del sisma. – continua Trasatti. Voglio sottolineare il grande aiuto della Biblioteca Romolo Spezioli e ringrazio la presenza di Graziano Di Battista, ormai una colonna portante delle nostre iniziative e concludo salutando Claudio Laconi e Don Checco per l’apertura culturale della Chiesa di Sant’Antonio. Ricordo anche la data di Jazz and Wine all’Hotel Astoria. Ci sono tutte le condizioni per un fine settimana da vivere a pieno a Fermo.”

Graziano Di Battista, Presidente della Camera di Commercio, ha ringraziato “tutti quelli che lavorano per mettere all’attenzione degli ospiti di questo territorio e dei cittadini la bellezza di questi luoghi. Abbiamo dei gioielli di cui dobbiamo essere fieri: insieme al Comune di Fermo e alle attività territoriali, la Camera di Commercio ha lavorato affinché si torni a vivere le attività cittadine, a livello umano ed economico. A ogni incontro scopro qualcosa di nuovo e di bello in questo territorio: una ricchezza che in altri posti non si trova.”

 

22472113_10214927834655444_1009799765_o

 

Da ieri fino a domenica in Piazza del Popolo ci sarà anche il Mercatino Sardo, ricorda l’Assessore al Commercio Mauro Torresi: “Le domeniche dell’anno non bastano più per tutte le Associazioni che si propongono e che noi accogliamo. È importante questa vivacità che Fermo sta attraversando a livello turistico e che si riversa anche sul commerciale. Prima c’era invidia e paura da parte dei ristoratori della Piazza, ora non è più così perché più gente portiamo in Piazza e meglio è. Il Mercatino sardo è una manifestazione consolidata, ormai giunta al secondo anno, che dalle 10 fino a sera proporrà prodotti del territorio sardo tra cui il famoso maialino.”

Una domenica, quella del 15 ottobre, a cui daranno lustro anche le Giornate FAI d’Autunno 2017 (170 itinerari tematici in tutta Italia). Il titolo dell’iniziativa è “SottoSopra – Uno sguardo differente alla Città di Fermo”. Nell’occasione sarà possibile visitare, accompagnati dai “ciceroni” del Fai Giovani, Palazzo Azzolino (piano terra e cisterna), messo a disposizione dalla Camera di Commercio, la Chiesa di San Domenico: grotte sottorrenee (solo per gli iscritti FAI), sottotetto e finestroni absidali, la Biblioteca “Romolo Spezioli”: primo piano e meccanismo orologio e infine la Cripta del Duomo e la Terrazza del Museo Diocesano.

Per allietare la giornata e in previsione delle code che si potrebbero creare, a Palazzo Azzolino e a San Domenico, una violoncellista e una violinista del Conservatorio di Musica “Pergolesi” permetteranno di visitare alcuni punti con l’accompagnamento di alcune loro composizioni.

La Professoressa Cirilli, capodelegazione del FAI, ha spiegato: “Questa domenica è interessata da una presentazione innovativa, che apre le porte ai gioielli della nostra Città. I giovani del FAI si sono dimostrati molto capaci: non a caso sono l’unico gruppo delle Marche che farà questo lavoro in settimana. È importante che siano i giovani a farlo, sono loro i depositari della nostra cultura e della nostra società. Da quando il FAI è nato (1975) ha raccolto 93 milioni di euro che sono stati utili per il restauro di ben 35 beni, un impegno sul fronte fattivo che valorizza tutto il territorio e copre tutti i centri.”

 

22473430_10214927834295435_1024328842_o

 

Lucrezia Angelini, capogruppo FAI Giovani di Fermo, ha continuato: “L’idea è stata quella di creare qualcosa di differente nella visita stessa, aprire ai visitatori alcuni luoghi che spesso non sono visitabili, come nel caso della Biblioteca: qui infatti sono previsti due percorsi. Dalle sale alla loggetta, un itinerario che sarà aperto a tutti, e la parte della Biblioteca accessibile solo ai dipendenti come gli archivi e la Torre dell’Orologio appena restaurata, percorso destinato ai soli iscritti FAI. Questa seconda parte avrà dei “ciceroni” d’eccezione: saranno infatti i dipendenti della Biblioteca e la Dottoressa Leonori, a guidare le visite. L’apertura  alle bellezze della Città sarà solo pomeridiana perché è stata introdotta una novità: volontari ciceroni professionisti, in accordo con l’Ordine degli Architetti e Ingegneri della Provincia di Fermo, che ringraziamo.”

“Il patrimonio del FAI è molto ampio e sta nel nostro interesse valorizzarlo tutto, anche le zone secondarie. Il FAI ricorda che per tutto il mese di ottobre ci sarà una speciale quota per chi si iscrive sul sito: 29 euro anziché 39.”

La Dottoressa Maria Chiara Leonori, direttrice della Biblioteca Civica "Romolo Spezioli", ha sottolineato la particolarità delle visite di domenica 15: “Se c’è una regola in biblioteca è che ai depositi non si accede e in questo caso è proprio un "sottosopra", un’opportunità unica per tutti i visitatori. Oltre ai depositi si potrà vedere da dietro l’Orologio della Piazza e accedere ai ballatoi della Biblioteca.”

Lucia Medei, del Sistema Museo, ha parlato dell’Open Day previsto per domenica 15, tra cui spicca l’esposizione del Rubens. “La mostra del Rubens si lega alle iniziative culturali della città di Fermo. In questa giornata ci sembrava opportuno aprire con la Chiesa di San Filippo; mentre in estate ci siamo dedicati ai turisti ora, con l’autunno, ci siamo dedicati ai cittadini. Sarà possibile visitare la meravigliosa esposizione domenica 15 e domenica 29 ottobre dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 15.30 alle 19:00: ricordo che per i residenti a Fermo la mostra sarà a ingresso gratuito, basterà presentare un proprio documento d’identità.”

 

22494587_10214927833815423_262616708_o

 

Claudio Laconi, ha presentato il Concorso Corale Nazionale, giunto ormai alla settima edizione: “Per noi è un momento di conferma anno dopo anno nonostante la logistica difficile dovuta alla chiusura dell’Auditorium San Martino. Ringrazio il Conservatorio di Musica “Pergolesi” e l’Amministrazione, il Concorso Corale Nazionale si svolgerà all’Auditorium Billè a partire dalle ore 15. Ringrazio il Direttore Mazzoni e il Presidente Vesprini per questa collaborazione continua, sinonimo di un arricchimento reciproco.”

Il concorso fa parte di un più ampio festival che si diramerà in due giorni di musica corale da camera, concerti, conferenze, master e molto altro. L’evento partirà già oggi con l’esibizione di una formazione locale italiana.

“Domenica mattina, - continua Laconi -  ci sarà una tavola rotonda su progettualità, risorse e sbocchi lavorativi nel mondo della musica. Con Verducci e Mazzoni abbiamo creato questo ulteriore momento di formazione. Voglio ringraziare l’Amministrazione comunale che non smette mai di supportarci.”

Presente anche Patrizia Di Ruscio, dell’Associazione “Il Bianco”, che proporrà l’esposizione “Marguttiane”: “Su richiesta dell’Assessore Trasatti, ho chiamato artisti della zona che esporranno, dalle 10 fino alle 19, le loro opere sotto le logge della Piazza e nel piazzale antistante la Biblioteca "Spezioli". Contiamo 30 artisti provenienti da Ancona, Osimo e Civitanova Marche, i quali hanno dimostrato sempre un positivo riscontro nell’approccio con la nostra Città e speriamo di poter essere una bella cornice decorativa a supporto di tutte queste bellissime iniziative.”

 

22497060_10214927833495415_1092905885_o

 

Letture:3080
Data pubblicazione : 13/10/2017 12:58
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications