Eventi
Fermo. Arte e associazionismo a servizio della donna: dall’8 all’11 marzo la mostra “Donne fuori dal Comune”

Questa mattina è stato presentato presso la Sala Corinaldesi a Fermo il progetto “Donne fuori dal Comune”, una mostra di opere artistiche ed eventi ispirati alla donna e alla creatività femminile. Mostra che si terrà dall’8 all’11 marzo presso le Piccole Cisterne a Fermo. Con l’occasione è stata anche scoperta la targa che intitola l’ex Sala Giunta al medico condotto e medico scolastico la Dottoressa Ginevra Corinaldesi, alla presenza dei familiari.

Fermo. Arte e associazionismo a servizio della donna: dall’8 all’11 marzo la mostra “Donne fuori dal Comune”

Ginevra Corinaldesi, nata nel 1904 a Serra San Quirico, è stato il primo medico condotto donna a Fermo, oltre a essere ufficiale sanitario presso il Carcere e medico scolastico. Dopo la pensione ha continuato a svolgere attività medica presso l’Ospedale di Fermo, ha collaborato con Famiglia Nuova e ha anche ricevuto il Premio Plauso. Proprio l’occasione della Giornata Internazionale della Donna ha dato l’opportunità di celebrare l’intitolazione della Sala Corinaldesi.

Il Vice Sindaco e Assessore alla Cultura di Fermo Francesco Trasatti ha spiegato che “la Sala sarà anche oggetto di un piccolo restyling per migliorarla anche dal punto di vista della bellezza interna. Nel frattempo è stata apposta un’immagine della Dottoressa Ginevra Corinaldesi. Un piccolo gesto, ma un gesto significativo per ringraziare una figura femminile della Città di pregio e di prestigio, soprattutto in un contesto come il progetto “Donne fuori dal Comune”.”

 

28832744_10216276025359369_2142802295_n

 

La nipote della Dottoressa Corinaldesi ha commentato: “A nonna sarebbe piaciuto tantissimo, era una donna consapevole del suo tempo ed era cosciente che la sua figura sarebbe stata di “rottura”: si sentiva donna, si sentiva madre e si sentiva medico. Ha dedicato tutta la vita alla sua professione e la bellezza e l’importanza del suo messaggio stanno nel fatto che questa donna a 26 anni è riuscita a essere medico condotto di un piccolo paese di montagna e riusciva a farlo nel modo più naturale e allo stesso tempo competente possibile. È stata la portatrice di una nuova visione delle donne con la sua grande umanità e la sua presenza verso i bisognosi.”

Il Presidente del Consiglio di Fermo, Lorena Massucci, è entrata poi nel merito del progetto: “La volontà, insieme alle consigliere di maggioranza e di minoranza del Comune di Fermo, è stata quella di creare questo evento per poter uscire fuori e diffondere un messaggio importante in occasione della Festa della Donna. Una ricorrenza che sembra essere diventata commerciale: il nostro intento è stato quello di estenderla il più possibile e aggiungere un valore in più.”

 

28810705_10216276024799355_1940009056_o

 

Lo scatto che rappresenta il progetto, è stato realizzato dalla fotografa Marilena Imbrescia ed è stato poi accostato a un’interpretazione di una foto delle donne al voto nel 1945, realizzata da Mauro Postacchini.

La mostra, che comprende l’esposizione di 20 artisti tra uomini e donne, sarà permanente presso le Piccole Cisterne a Fermo dall’8 all’11 marzo dalle ore 17:00 alle ore 21:00. Nei quatto giorni si terranno anche molti eventi collegati. Dopo l’inaugurazione che avverrà giovedì alle ore 18:30, venerdì sarà la volta di un incontro con la Prof. Lidia Pupilli dal titolo “Alla riscoperta delle donne marchigiane. Un itinerario biografico” e si proseguirà poi sabato con l’appuntamento con Carlo Pagliacci e la Casa Editrice Zefiro che ospiterà quattro scrittrici: Samuela Baiocco, Chiara Chiaramoni, Elena Pigliacampo e Federico Marconi. In conclusione domenica spazio a un piccolo concerto organizzato da Cristina Lanotte, Chiara Sebastiani e Federico Scipioni.

Durante i quattro giorni verrà messo in offerta un catalogo che raccoglie tutte le opere: l’intero ricavato verrà donato a “Il tempio di Bellone”, un’associazione, con sede presso la Pista di Atletica a Fermo, che promuove la difesa delle donne.

Fabio Cucco, uno degli istruttori de “Il Tempio di Bellona”, ha portato i saluti e i ringraziamenti della Presidente Catia Ferrantini e del suo Vice Fabrizio Giostra. “Per difendersi non basta la tecnica – ha spiegato Cucco -, bisogna anche individuare i propri limiti e superarli, oltre che partire dalla prevenzione. Esattamente un anno fa è nata l’Associazione “Il tempio di Bellona”, un percorso sinergico studiato tra donne, avvocati e dottori sull’ampio tema della difesa personale. Voglio ringraziare infine tutti i volontari, Laura Gasparri, Laura Ilari e il Professor Giacopetti, la Croce Verde di Fermo che ci offre uno spazio per le riunioni, oltre all’Ambito Sociale XIX.”

 

28722393_10216276025239366_489576134_n

 

Trasatti ha concluso: “Non è la prima volta che lavoriamo con un binomio di approfondimento culturale ma anche associativo: la presentazione del libro “Tessitura di Donne”, lo spettacolo al Teatro di Capodarco e molte altre iniziative ne sono un esempio. Parlare a un pubblico femminile sì, ma avvicinarci anche all’associazionismo che lavora sul campo: il nostro intento è quello di proseguire su questa strada, una strada che unisce l’arte alla riflessione, con approfondimenti mirati e mai superficiali.”

 

Il progetto “Donne fuori dal Comune” è stato patrocinato dal Comune di Fermo, con il contributo dell’Ambito Sociale XIX, di Moreschini e della Solgas, con la realizzazone editoriale di Zefiro srl.

 

Artisti che parteciperanno: Daniela Acciarri, Daniela Andreatta, Luca Baldo, Lucia Brandoni, Giancarlo Cuccù, Maria Grazia D’Alessandro, Patrizia Di Ruscio, Mara Foglini, Mariapia Funari, Alba Giansanti, Elena Kuleshova, Lorena Massucci, Paolo Pagliacci, Massimiliano Petrini, Mauro Postacchini, Luigi Scibè, Isabela Seralio, Ciro Stajano, William Timi e Maria Venezia.

 

28721785_10216276025879382_1957748513_n

 

28829222_10216276025719378_456459744_n

 

28721855_10216276025479372_1029502078_n

 

targasakacorinaldesi

Letture:3293
Data pubblicazione : 06/03/2018 12:54
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications