Eventi
Ciclismo, i Muri Fermani compiono dieci anni. Il regalo? Sei passaggi in Piazza del Popolo per far vibrare il cuore del capoluogo

21 squadre, 149 iscritti, tra i quali il colombiano Einer Augusto Rubio Reyes, vincitore lo scorso anno: sono questi i numeri principali dell'edizione 2018 dei Muri Fermani, l'ormai classica corsa ciclistica organizzata dal Pedale Fermano, che si svolgerà domenica 6 maggio e che quest'anno festeggia il primo decennio di vita.

Ciclismo, i Muri Fermani compiono dieci anni. Il regalo? Sei passaggi in Piazza del Popolo per far vibrare il cuore del capoluogo

La gara, riservata alla categoria élite e valevole come prova unica del campionato regionale under 23, si snoderà su un percorso di 130 km, pianeggiante nella prima parte e molto più impegnativo nella seconda, quando si affronteranno per l'appunto i sette muri fermani, strappi brevi ma particolarmente selettivi, un po' sul modello di quelli che caratterizzano le classiche del nord: da qui il soprannome di “Le nostre fiandre” attribuito alla corsa.

 

La grande novità di quest'edizione 2018 saranno i quattro passaggi in Piazza del Popolo, oltre ovviamente alla partenza (fissata per le ore 13) e all'arrivo (in programma invece poco prima delle 17): “Ci siamo resi conto che nelle precedenti edizioni la Piazza era stata un pochino snobbata - confessa Alessandro Fasciani, ideatore della gara - invece quest'anno con quattro passaggi nel primo pomeriggio, uno ogni circa mezz'ora, puntiamo a favorire la partecipazione degli appassionati e delle famiglie”.

 

Per questa edizione il Pedale Fermano ha poi scelto di collegarsi con la gara internazionale del 5 maggio a Monte Urano e molti ciclisti hanno deciso di trattenersi nella nostra provincia per prendere parte ad entrambe le corse, uno “stratagemma” che renderà ancora più competitivo il parco partenti dei "Muri Fermani", il cui punto forte rimane comunque in primis il percorso, sempre impegnativo e particolarmente avvincente: “Solo in pochi casi si riesce a sviluppare una gara del genere – conferma Elpidio Seghetti del Cam Fermo, che collabora con il Pedale Fermano all'organizzazione della corsa -. Per il momento si tratta di una competizione regionale, ma stiamo pensando di evolverla a livelli ancora più alti: è come un bambino piccolo ma destinato a diventare grande”.

“L'obiettivo a breve termine, già a partire dalla prossima edizione, è quello di farla diventare una competizione nazionale per attrarre i team maggiori” - è la conferma che arriva dal patron Fasciani.

 

La corsa porta il nome anche del Pastificio De Carlonis, suo sponsor principale: “A maggior ragione quest'anno con i passaggi in Piazza, questa gara rappresenta senz'altro un'ottima vetrina per il nostro marchio aziendale – sottolinea Paolo De Carlonis, titolare dell'azienda di famiglia e grande appassionato di ciclismo -. Ci fa piacere essere presenti sul territorio: potremmo cogliere l'occasione anche per offrire degli assaggi gastronomici a margine della corsa”.

 

Una corsa che, con il suo sempre maggior richiamo, può rappresentare anche un importante volano turistico, a maggior ragione dopo che buona parte del suo percorso abituale è stato portato alla ribalta europea dalla tappa fermana della Tirreno Adriatico dell'anno scorso: “Il ciclismo porta gente, televisioni e media ad illustrare in maniera puntuale il nostro territorio – commenta Graziano Di Battista, presidente della Camera di Commercio di Fermo, che sostiene la corsa -. Interveniamo in manifestazioni del genere perché siamo convinti che diventino momenti di attrazione turistica e di animazione significativa per tutte quelle persone che vengono in numero sempre maggiore nel nostro territorio”.

 

Ma quella del 6 maggio sarà una giornata completamente dedicata al ciclismo: in mattinata, infatti, si terrà anche la gara per amatori, per la quale è previsto un doppio percorso (uno corto da 75.4 km e l'altro lungo da 103.2 km). Un gustoso antipasto, quindi, per la gara Under 23 ed élite, i cui iscritti verranno tutti presentati al pubblico nella cornice di Piazza del Popolo poco prima del via.

Il giorno prima, inoltre, nell'ambito delle celebrazioni per i 100 giorni dal Palio dell'Assunta, si terrà anche la seconda edizione della Cronoscalata delle Contrade, aperta a ciclisti e podisti.

 

"E' una manifestazione che ormai rientra nella storia sportiva della città – conclude l'assessore allo sport Alberto Maria Scarfini – e un'amministrazione sensibilie allo sport come la nostra è felice e orgogliosa di starle vicino. L'obiettivo è sempre quello di fare bene per promuovere il territorio offrendo un spettacolo sportivo e competitivo all'altezza”.

 

Letture:2116
Data pubblicazione : 27/04/2018 13:22
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications