Eventi
Porto San Giorgio. "Oltre i distretti industriali nelle Marche": venerdì il seminario voluto da amministrazione comunale e Centro studi Carducci

Il seminario di venerdì prossimo (ore 17.30) presso il Comune di Porto San Giorgio, voluto dall’Amministrazione comunale e dal Centro studi “Carducci”, ha l’obiettivo di promuovere una consapevole diffusione di dati e informazioni per costruire una visione capace di andare oltre il presente, coinvolgendo e impegnando il territorio e le amministrazioni locali sul tema delle politiche note con il nome di Industria 4.0.

Porto San Giorgio.

Il seminario è stato presentato oggi dal sindaco Nicola Loira e dal presidente del “Carducci” Fabio D’Erasmo in sala consiliare.
Il convegno sarà organizzato in momenti di analisi e proposte, con gli interventi di Fabio D’Erasmo, Paolo Sbattella e Guido Tascini, cui seguiranno osservazioni e riflessioni da parte dei sindaci Nicola Loira, Paolo Calcinaro e Remigio Ceroni.
Il moderatore è il caposervizio della redazione fermana de Il Resto del Carlino Stefano Cesetti. Le conclusioni dei lavori sono affidate a Pietro Marcolini, presidente dell’Istao, la business school fondata ad Ancona nel 1967 dall’economista Giorgio Fuà e fortemente ispirata alle figure imprenditoriali di uomini come Adriano Olivetti ed Enrico Mattei.


La globalizzazione e lo sviluppo economico legato alla quarta rivoluzione industriale (automazione, intelligenza artificiale e interconnessione, ossia l’integrazione delle smart tecnologies nei processi industriali) sono fenomeni che stanno profondamente trasformando i nostri sistemi socio-economici.
Il World Economic Forum stima che in quattro anni i robot sostituiranno cinque milioni di posti di lavoro. John Maynard Keyes definì “la scoperta di nuovi mezzi per risparmiare sull'utilizzo del lavoro” come “Disoccupazione tecnologica”.
Secondo il rapporto “Future Jobs”, il settore amministrativo sarà quello più colpito dall’avanzata della robotica e dell’intelligenza artificiale. Per Klaus Schwab, fondatore del WEF, “al fine di evitare lo scenario peggiore, cioè il cambiamento tecnologico accompagnato da carenze di talenti, disoccupazione di massa e crescente disuguaglianza, sarà fondamentale la riqualificazione e l'aggiornamento professionale dei lavoratori”.

Letture:586
Data pubblicazione : 16/05/2018 17:47
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications