Eventi
Creta, New York ed Albania, tre missioni all'estero per Tipicità: porta aperta sul mondo per la città di Fermo

“Ricordo ancora cosa scrivemmo nel programma elettorale del 2015: Tipicità doveva diventare sempre più una porta aperta sul mondo per la città di Fermo. Questo era lo spirito con cui ci siamo affacciati sulla scena politica, il disegno e la visione che ci hanno ispirati in questi tre anni e mezzo di lavoro”. Queste le parole scelte da Francesco Trasatti, assessore al turismo del Comune di Fermo, per presentare il road show autunnale all'estero di Tipicità.

Creta, New York ed Albania, tre missioni all'estero per Tipicità: porta aperta sul mondo per la città di Fermo

Tre le tappe in programma fuori dai confini nazionali da qui a due mesi: si comincia questo fine settimana a Creta, in quella Grecia che si sta rivelando un ottimo mercato per il vino italiano, si prosegue poi a New York, nel cuore di Manhattan, dal 18 al 23 ottobre, per concludere con la trasferta in un'Albania sempre più in crescita, a Valona e a Tirana, per rispondere all'invito del Ministero degli Esteri in occasione della settimana della cucina italiana nel mondo.

Dopo le missioni degli anni scorsi in Russia e negli Emirati Arabi Uniti, il brand di Tipicità si espande quindi per la prima volta all'estero in maniera completamente strutturata e organica e lo fa anche grazie all'appoggio della Camera di Commercio di Fermo, del Comune e delle associazioni di categoria (Cna, Coldiretti e Confartigianato).


“Ci apprestiamo a vivere un “autunno caldo” - afferma con il sorriso Angelo Serri, direttore di Tipicità -. Negli anni ci siamo proiettati su altre realtà e mercati e questa uscita dai nostri confini risponde a una precisa richiesta dell'amministrazione Calcinaro fin dal momento del suo insediamento: mantenere i piedi ben saldi nel territorio e la mission di promuovere i nostri prodotti, ma con una maggiore visibilità all'esterno”.
La cooperazione tra più enti permette poi di non lavorare a compartimenti stagno: ecco quindi che, come sottolineato dal sindaco Paolo Calcinaro, “esportare all'estero il brand di Tipicità rappresenta sia un'occasione per far conoscere cosa c'è a Fermo e nel Fermano che un'opportunità utile per l'internazionalizzazione di alcune nostre aziende che magari da sole non hanno la struttura per andare a cogliere piccole ma significative nicchie di mercato all'estero”.

 

Nel day after di un'edizione del Micam in cui il “fare squadra” è stata la parola d'ordine, contenuta persino nel titolo stesso della fiera, dal Presidente della Camera di Commercio Graziano Di Battista non poteva che arrivare un'ulteriore sottolineatura di questo concetto: “Viviamo un momento in cui dobbiamo fare tutti insieme ciò che è possibile; cogliere ogni occasione che l'ente locale ha di confrontarsi con i Paesi esteri portando con sé imprese e associazioni di categoria è qualcosa di particolarmente virtuoso – sono le sue parole -. Mettere insieme la volontà di fare promozione turistica con quella di valorizzare le aziende e i prodotti del territorio è molto importante”.
Questo perché, sottolinea lo stesso Di Battista, l'economia è ciò da cui dipende tutto il resto: “Se il territorio cresce migliora ogni aspetto, se l'economia ristagna puoi lottare quanto vuoi ma i problemi rimangono” - lo segue a ruota Calcinaro ricordando come, proprio a questo proposito, il Comune, uscendo dal perimetro delle sue competenze più tradizionali, nell'ambito del progetto dell'Iti Urbano, che prevede la riqualificazione del mercato coperto, andrà anche a predisporre nei prossimi mesi una serie di bandi per un totale di due milioni di euro (tra start up, borse lavoro e assegni di ricerca) volti a favorire la ripresa occupazionale, soprattutto quella giovanile.
E' proprio questa logica di interconnessione, dunque, l'elemento fondante delle missioni estere che Tipicità si appresta a vivere. Tipicità che, come evidenziato da Serri, pur mantenendo nel Fermano il baricentro delle sue attività, guarda ormai a tutta la regione nel suo complesso e, proprio a conferma di ciò, tra la dozzina di aziende che faranno parte della delegazione newyorchese, il 50% viene dalla nostra Provincia e la restante metà dagli altri territori delle Marche.

 

Alla conclusione delle tre trasferte sarà poi già il momento di lanciarsi verso l'appuntamento clou, la tre giorni del Fermo Forum, di cui proprio questa mattina sono state svelate ufficialmente le date: la 27esima edizione dell'evento si svolgerà dal 9 all'11 marzo 2019.
Il tutto senza dimenticare che è ancora in corso il Grand Tour delle Marche, il circuito esperenziale di eventi pensato per conoscere e vivere le Marche da maggio a novembre: un circuito di cui Fermo è stata protagonista con la Made in Marche Gallery nei mesi di luglio e agosto alle Cisterne Romane e che vedrà il capoluogo ospitare anche l'atto conclusivo in coincidenza con l'apertura della Città Natale.

Letture:1550
Data pubblicazione : 20/09/2018 14:15
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications