Eventi
Babbo Natale e le sue vacanze fermane nella casa di Viale Vittorio Veneto. Compie 25 anni l'iniziativa di Campolege. FOTO

Entro esattamente dall’uscita. Sono lì, nel tunnel di Viale Vittorio Veneto. Un tempo ci passava “lu trinittu”, ma poi fu riconvertito da un’idea, la più brillante tra quelle proposte all’epoca, ed erano i primi anni duemila.

Babbo Natale e le sue vacanze fermane nella casa di Viale Vittorio Veneto. Compie 25 anni l'iniziativa di Campolege. FOTO
Edoardo DEmiro, alias Babbo Natale entra per la prima volta nella nuova casa di Viale Vittorio Veneto con l'allora sindaco Di Ruscio

C’era stata una mostra di presepi qualche Natale prima, ma subito dopo le porte del tunnel si erano chiuse nuovamente, fino a quando non era stata la Contrada Campolege a volerci trasferire un’attrazione nata nel 1993 nel quartiere San Giuliano regalandola alla città tutta. Sabato 8 dicembre saranno 25.

 

babbo_4

(Scatto del 1993, prima edizione della casa di Babbo Natale nel cortile adiacente Porta San Giuliano)

 

Un Natale dopo l’altro, sono proprio 25, infatti, gli anni trascorsi dalla prima edizione, tre i priori che si sono avvicendati, ieri Luigino Luzi, poi Marcello Giuliano e oggi Diego Zappalà. Nel mezzo le storie di un gruppo di amici, vicini di casa, contradaioli che, in 25 anni, non hanno fatto altro che mettere a disposizione le loro professionalità, o semplicemente qualche abilità fai da te, per regalare un sogno a tanti bambini. Senza contare i volti dei tanti contradaioli che hanno vestito i panni di Babbo Natale. Dallo storico e onnipresente Edoardo Demiro a chi non c’è più come Dino Poggi.

 

babbo_2

(Da Porta San Giuliano a Viale XX Giugno... Babbo Natale ha una nuova casa e festeggia con i suoi collaboratori storici)

 

Quanti aneddoti, quante storie, quanta goliardia che nemmeno immaginate. Ma quante ore di lavoro, quante pizze a tarda notte per arrivare al mattino dell’8 dicembre e fare in modo che tutto fosse pronto per un imminente taglio del nastro.

 

babbo_3

(Edoardo Demiro veste i panni di Babbo Natale)

 

E così io sono lì, a vederla in anteprima la dimora del vecchietto vestito di rosso. La bocca d’uscita del tunnel è stretta da una morsa di travi in legno. Questioni di sicurezza che diventano un’opportunità per Babbo Natale e ci ha già stipato i regali che consegnerà. Faccio un passo all’interno. Marcello c’è sempre e con gli aneddoti che tira fuori ci si potrebbe scrivere un libro. Diego, il priore, tinteggia ed Emanuele tiene d’occhio il suo papà. Non gliel’ho chiesto, ma sono certa che Diego lo faccia per i bambini di Fermo e non solo, per quelli delle scuole che arriveranno, e saranno molti, esattamente come lo fa per suo figlio. Ci vuole passione, ci vuole sacrificio per uscire dal lavoro e poi fiondarsi su “da Babbo Natale” a lavorare ancora, senza che non se ne senta davvero il peso. Sono lì per questo Andrea, Ettore, Paolo, Vincenzo e tutti quelli che non incontro, ma che, come Beatrice, so che ci sono. Sempre. Tanto è stato fatto, ma tanto resta ancora da fare perché tutto sia pronto quando Babbo Natale arriverà dal Polo per trasferirsi a Fermo fino alla fine delle Feste.
La cucina, gli gnomi all’opera, lo studio e la camera da letto, la stanza in cui ricevere i visitatori e scattarsi foto… insomma c’è tutto in quei circa cento metri di tunel e tutto è verosimile, studiato nei dettagli. La attraverso all'incontrario quella casa insolita e, lasciandomi il civico 25 alle spalle, prima di uscire dal tunnel, percorro una via incantata. E’ il Polo Nord, forse, o forse un viale innevato di una qualunque favola. Potete crederci oppure no a Babbo Natale, ma io di certo credo nella passione della contrada Campolege, credo nello spirito di cui li vedo animati, tutti, da anni. Marcello potrebbe raccontarvi tutto questo all’infinito. Potrebbe dirvi di quando Babbo Natale fu denunciato a San Giuliano perché la musica di casa era troppo alta o di quella volta che il Babbo lo fecero arrivare in Ferrari… e allora gli arrivano in soccorso le vecchie foto. Raccontano 25 anni di Babbo Natale a Fermo. Così è e guai a dire che Babbo Natale non esiste... e sabato arriverà puntuale alle 17.30 per il taglio del nastro della sua casa al tunnel!

Letture:696
Data pubblicazione : 07/12/2018 09:21
Scritto da : Mery Pieragostini
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications