Frammenti di storia canarina
Correva l'anno...1995/1996: Fermana promossa dalla C2 alla C1. GUARDA la foto

Correva l'anno...1995/1996. Al termine di un campionato entusiasmante, la Fermana Calcio 1920 si classifica al 4° posto ed accede ai play off. Oltre alla Alessandrini – band, il lotto delle pretendenti alla C1 è composto da Ternana, Triestina e Livorno. Alla fine però, a passare siamo noi: il 22/6/1996, al “Paolo Mazza” di Ferrara, è C1! GUARDA la foto di quella grande squadra puntata n. 11

Correva l'anno...1995/1996: Fermana promossa dalla C2 alla C1. GUARDA la foto

Un'iniziativa pretenziosa, la nostra. Perché vuole arrivare a toccarvi il cuore ed a risvegliare ricordi indelebili e che mai dovremo permettere che cadano nel dimenticatoio. Nel tempo, tante e tali sono le emozioni che la maglia gialloblù ci ha regalato che ci è sembrato doveroso andarle a rispolverare e, di conseguenza, riproporvele a qualche annetto di distanza.

 

Fermana Calcio 1995/1996

campionato di Serie C2 Girone B(centro/settentrionale)

Allenatore: Marco Alessandrini

Presidente: Paolo Belleggia

Direttore Sportivo: Giovanni Rosati

Capitano: Stefano Protti

Posizione finale in classifica: 4° posto – promossa in C1 dopo i Play Off

Giocatore con maggior numero di presenze: Pier Paolo Lauretti (33)

Miglior marcatore: Stefano Protti (13 reti)

 

Nella foto, scattata allo Stadio “Bruno Recchioni” alla vigilia della terza operazione – restauro (quella che portò in dote la copertura delle Tribune Laterali), squadra e dirigenti canarini al completo. Partita in sordina, quella compagine disputò una stagione indimenticabile, culminata con l'accesso ai play off da 4^ classificata. L'appendice della stagione, rappresentata dagli spareggi – promozione (una sorta di mini torneo, prima del quale tutti – dando uno sguardo alle altre Società partecipanti – ci davano per perdenti sin già dalla semifinale con la Ternana) iniziò fra le polemiche: la gara di andata con le “fere” si dovette giocare ad Ancona. Fu un 2 a 0 per i canarini (doppio Protti: Soviero neutralizzò un rigore di Costa), “tesaurizzato” all'ennesima potenza dal colpo di testa di Pennacchietti, che al 94' della gara di ritorno (giocata nella polveriera del “Liberati” di Terni) permise a Di Fabio & c. di accedere alla finalissima del “Paolo Mazza” di Ferrara con il Livorno grandi firme (che in campionato, all'”Ardenza”, ci aveva rifilato 5 pappine). Come è andata a finire, lo sappiamo tutti. E, magari, fra qualche settimana ci torneremo su.

 

Fra i canarini immortalati in questo scatto, spiccano dirigenti e giocatori arrivati ad operare in sodalizi e calcare i campi di Serie A e B. Come il DS Giovanni Rosati (approdò al Genoa, ma anche – fra le altre - alla Reggina ed all'Ascoli), o i calciatori Soviero (Reggina, Genoa), Scoponi (Modena), Bettella (Genoa, Empoli), Carfora e Pelliccia (Genoa), Furiani (Palermo) e Matzuzzi (Lucchese, Sampdoria, Fiorentina). Il Capitano era Stefano Protti,scaltro attaccante entrato nel cuore della tifoseria ed in quella stagione autore di ben 13 centri, di una super squadra che annoverava anche Guido Di Fabio (poi assoluta bandiera canarina). Marco Alessandrini ne fu impareggiabile timoniere, mentre il “padre” di tutti fu un mai tanto celebrato Presidente Paolo Belleggia.

 

In piedi da sinistra:

Rosati (DS), Alessandrini (Allenatore), Belleggia (Presidente), Lauretti, Vessella, Di Loreto, Soviero, Bertaccini, Scoponi, Morelli, Bettella, Pennacchietti, Barlocci (Massaggiatore).

 

Accosciati da sinistra:

Protti, Lunerti, Di Matteo, Matzuzzi, Clementi, Di Fabio, Turcheschi, Moscetta, Ferroni (Custode/Magazziniere)

 

Altri giocatori che vennero impiegati in quella stagione furono: Belmonte, Di Maggio, Corsi, Di Venanzio, Furiani e Pelliccia.

 

 

Un' altra grandissima squadra gialloblù, capace di regalarci emozioni uniche e di raggiungere un traguardo alla vigilia assolutamente insperato.

 

 

 

 

 

 

 

 

Letture:1147
Data pubblicazione : 10/11/2017 16:54
Scritto da : Redazione Sport
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications