Attualità
La Costa Concordia come il Titanic, James Cameron vuole girare un film

Da Cinecittà a Hollywood e persino a Bollywood, tutti vorrebbero girare un film sulla tragedia della Costa Concordia. Chi avrà il coraggio di interpretare l’ex capitano Francesco Schettino?

La Costa Concordia come il Titanic, James Cameron vuole girare un film
Titanic

A 16 anni da Titanic, James Cameron ha intenzione di portare sul grande schermo un altro grande disastro navale che ci riguarda da vicino. Si tratta del naufragio della Costa Concordia avvenuto il 13 gennaio 2012 lungo le coste dell’Isola del Giglio, che ha causato la morte di 30 persone e le cui operazioni di raddrizzamento sono state completate pochi giorni fa.
Il regista canadese vorrebbe realizzare un lungometraggio incentrato sul tragico evento, concentrandosi in particolar modo sulle storie dei passeggeri e del comandante Schettino.
Al Corriere della Sera ha rivelato di essere interessato a girare in Messico in collaborazione con il National Geographic, con il quale ha già lavorato per altri documentari.
Secondo alcune indiscrezioni la cantante Taylor Swift sarebbe interessata ad interpretare una turista in vacanza sulla Costa.
Il problema di una pellicola del genere non è assolutamente il regista. Tutti vorrebbero girare un film su una delle catastrofi più rilevanti di sempre. Il problema è: chi avrà il coraggio di interpretare Francesco Schettino?
Mentre in molti, probabilmente vorrebbero interpretare il Capitano Gregorio De Falco (quello della famosa telefonata con Francesco Schettino), quest'ultimo difficilmente troverà un Ben Affleck o persino un Christian De Sica disposto a prestargli il volto.
Non perché non ci sia nessun attore disposto a indossare i panni del "cattivo", anzi oggi più che ieri quello del “villain” è un ruolo ricercatissimo a Hollywood.
Interpretare  il "cattivo" può segnare una svolta nella carriera di un attore, quasi più che ricoprire il ruolo dell'eroe buono.
Vedi Benedict Cumberbatch, perfido in “Into Darkness Star Trek”, o ancora Tom Hiddleston in “Thor”, o il caso più esemplare di tutti, Anthony Hopkins alias Hannibal Lecter in “Il silenzio degli innocenti”.
Oggi forse solo Alberto Sordi, se fosse ancora tra noi, avrebbe il coraggio di indossare una maschera del genere. Nessuno vuole interpretare l'ex capitano della nave Concordia e probabilmente in molti, qui in Italia non desiderano altro che dimenticarlo.
Quello del film sulla Costa Concordia è quindi un cast impossibile da mettere insieme. Più facile trovare un attore che indossi la divisa di Hitler o di Goebbels.
Più facile trovare qualcuno disposto a interpretare un'idiota qualunque, ma non lui, non Francesco Schettino. Quando un'idiota fa ridere e in fin dei conti è innocuo tutti gli attori farebbero a gara per interpretarlo. Ma Schettino non è mica Forrest Gump. Anche se esistono dieci, cento, centinaia di migliaia di Francesco Schettino, o anzi, forse proprio per questo, Schettino è un tabù.


 

Letture:4370
Data pubblicazione : 20/09/2013 15:14
Scritto da : Fabio Buccolini
Commenti dei lettori
2 commenti presenti
  • Lo faccio io

    23-07-2014 21:22 - #2
    Io ho già fatto l'attore; interpretare un comandante significa semplicemente imparare ogni cosa di un comandante con un intenso lavoro dietro.. che sia Schettino od altri. la psicologia.. qualle la stabilisce il regista- Michele.
  • Grace DEAGAZIO

    02-05-2014 10:45 - #1
    I personally think why not a film on the Corazzata Roma there are still many family members alive, who lived this tradegy , my grandmother is 95 her husband was on the Destroyer Roma, today living 4 generations later waiting to see if this story will be given the attention it deserves. These young men where not on vacation but on a mission to serve their country. Over 2000 lost their lives during the war widows were left with nothing and no future , my grandmother personlly immigrated with nothing and only her daughter to the USA and gave her daughter a life. Don't you think these people deserve to tell their story. She is the true Rose still alive and passed on her story to my mom, myself and my 15yr old son who has written articles on local papers and has been interviewed by Linea Blu. We are willing to tell her story , she is ot going to live forever. Contact us. Grace
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications