Attualità
Maltempo. “Porto San Giorgio chiede vendetta”. Un nuovo pino caduto oggi. L'intervento del presidente di Rinnovamento Cittadino Emanuele Morese

"In queste ore - spiega Emanuele Morese presidente di Rinnovamento Cittadino -  Porto San Giorgio ha dovuto sfidare le condizioni avverse del tempo, e nonostante non ci trovassimo di fronte ad un tifone, la cittadina ha rilevato le sue enormi debolezze frutto di anni di cattiva politica e di pessime scelte amministrative".

Maltempo. “Porto San Giorgio chiede vendetta”. Un nuovo pino caduto oggi. L'intervento del presidente di Rinnovamento Cittadino Emanuele Morese

"Stamattina - spiega Morese -  abbiamo assistito inermi all’ennesimo allagamento della zona sud di Porto San Giorgio che ha portato vistosi disagi, ai quali purtroppo i cittadini sono oramai abituati. La cosa sconcertante rimane la consuetudine con cui ciò avvenga perché basta che piova un po’ più del normale e ci si trova col pericolo di rimanere bloccati sotto qualche ponte o peggio. Oltre i buoni propositi di voler riconsiderare il deflusso delle acque piovane, anche migliorando la manutenzione della viabilità cittadina, purtroppo non si è mai andati. Sentiamo e leggiamo sugli organi di informazione di ogni tipo di iniziativa ma mai una parola su ciò che è indispensabile per la sicurezza dei cittadini. Fare mercatini, piazze, viali ed altre opere faraoniche può anche essere utile, ma non si può vivere di solo turismo e feste del santo patrono".

 Presidente di Rinnovamento Cittadino che aggiunge: "Sempre in giornata, a causa del maltempo, è caduto un pino nei pressi di Viale Cavallotti senza causare alcun ferito o danno evidente. E’ da molto che gli alberi sembrano magicamente cadere ma anche in questo caso non si fa nulla e tutti restano a guardare. Dobbiamo aspettare che qualcuno si faccia male sul serio prima di vedere questa amministrazione agire in modo efficace? Hanno speso un ingente quantitativo di denaro pubblico per riqualificare un viale senza tuttavia risolvere il problema più importante: la sicurezza. E se l’albero fosse caduto dalla parte della ferrovia, cosa sarebbe accaduto? Noi auspichiamo una politica differente, vicina al cittadino ed ai suoi bisogni, una politica fatta di sicurezza e progettualità. Non ci si può solo riempire la bocca si feste, mercatini ed opere compensative perché i cittadini hanno bisogno della manutenzione delle strade e della manutenzione verde pubblico ed hanno la necessità di vivere bene ed in sicurezza la loro città. Per una volta si passi dalle parole ai fatti con velocità e concretezza, uniti e senza divisioni per una Porto San Giorgio che aspetta, ma che chiede vendetta”.

Letture:2594
Data pubblicazione : 27/03/2014 18:34
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
4 commenti presenti
  • Morese

    28-03-2014 12:57 - #4
    Morese fa la giornata tipo di un 24enne che studia, sottrae il tempo che rimane all'impegno civico e lo fa senza pensare all'ex-sindaco o a Grillo. Rinnovamento cittadino è altro e il ruolo di fustigatore lo lasciamo a lei Marco Senzacognome. E si tenga forte, perchè non sono solo, siamo in molti, almeno così non avrà più l'imbarazzo di venircele a dire in faccia le cose. Noi la ascolteremo, con educazione e senza fare giudizi come fa lei, anche se si scoprisse che è un amico della cricca rossa.
  • Marco

    28-03-2014 12:03 - #3
    La risposta di Morese mi conferma nell'ipotesi già espressa su quella che deve essere la sua giornata tipo, piena di impegno civico e di slancio costruttivo. Ma il signor Morese forse dimentica, o finge di dimenticare, da dove veniamo, quale sfacelo ha lasciato la precedente amministrazione, quando per la prima volta nella nostra storia il nostro comune è stato commissariato. Chieda ai compagni di partito dell'ex sindaco cosa ha combinato l'amministrazione in quegli anni. Ma la popolazione nella sua maggioranza sa, non si fa imbrigliare dal grillismo o para- grillismo tanto di moda.e che sembra affascinare il nostro fustigatore locale
  • Morese

    28-03-2014 11:47 - #2
    Capisco. Se un cittadino non dice o fa nulla, allora è un cittadino pigro e disinteressato. Se invece dice o fa qualcosa i casi sono due: o cerca visibilità oppure è un nullafacente che deve impegnare la giornata. Guai a toccare una giunta "che lavora seriamente e fattivamente". Lo vediamo tutti i giorni il loro impegno, e vediamo anche come si aggirano per le strade a controllare i cantieri e ad ascoltare. Chiedete di come sono tra la gente e nella città... Io la mia giornata la riempio bene, ma a differenza della giunta, la riempio senza prendere soldi dai cittadini! Non è con un incarico che si imbavaglia la mia "armata Brancaleone". Caro Marco Senzacognome ti sembriamo inconsistenti? Abbiamo un concetto diverso della consistenza: sono inconsistenti 60.000 euro per le costiere, il tris di consulte, il neo sito per il turismo fatto a chiacchiere, come a chiacchiere la strategia per l'abbattimento delle barriere architettoniche e culturali. Inconsistente è la sicurezza (inclusa la viabilità, sbandierata l'anno scorso) ed inconsistente è la vicinanza ai cittadini e la loro partecipazione alle decisioni. Per il resto, le rapine, gli alberi caduti, il quartiere sud sott'acqua ed il viale cavallotti sono consistentissimi. E poi: ma cosa sono questi massimi sistemi della vita cittadina?!
  • Marco

    28-03-2014 10:31 - #1
    E meno male che abbiamo Morese che, come l'ex sindaco Agostini e i comitati che salveranno Porto San Giorgio dal degrado ambientale, in vena di visibilità politica(data l'inconsistenza della sua armata Brancaleone) coglie ogni occasione di attaccare chi lavora seriamente e fattivamente per la città. Un giorno è il pino caduto dove non c'è stato nessun intervento dell'amministrazione, un giorno sono i massimi sistemi che governano la nostra vita cittadina. E dategli un incarico, così avrà la giornata impegnata (..)!!!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications