Attualità
GIORNO 3: Springfield, la route prosegue nel Missouri

Tra mucche, un'infinità di mucche, strade che si perdono all'orizzonte, piccole città, motociclisti, tanta pioggia, una città di nome Springfield e incontri con abitanti del luogo, la route dei 3 Fermani prosegue.

GIORNO 3: Springfield, la route prosegue nel Missouri
Benvenuti a Springfield!

La buona notizia è che oggi non ci siamo mai persi! Considerando l' esperienza del giorno precedente, dobbiamo dire che ci sono stati dei sensibili miglioramenti sotto questo punto di vista.

Per il resto fa freddo ed è piovuto veramente tanto, ma una cosa assurda, a secchiate,  non il massimo per chi aveva preparato una valigia con la convinzione che sarebbe partito dal freddo e nebbioso Illinois per poi scendere lentamente verso il caldo fino ad arrivare ai bermuda e le maniche corte.

Al contrario: a Chicago si moriva di caldo, a St.Louis faceva freddo, qui dove siamo ora fa persino più freddo.

Ma dove ci troviamo esattamente ora? Al momento ci troviamo al confine fra il Missouri e il Kansas, in un piccolo motel di una città dimenticata da Dio chiamata Carthage. La classica cittadina americana con la chiesa al centro della città , il negozio d'armi in bella vista e i negozi chiusi al tramonto. Non c'è un anima in giro. Ma abbiamo deciso di fermarci qui, perché di notte non è sicuro guidare su strade così fuori mano come quelle della Route. 

Al di là della classica connessione wi-fi quasi assente(quando c'è, visto che va e viene e ieri a St.Louis ne abbiamo passate di tutti i colori per caricare il video) siamo stanchi morti, anche se oggi abbiamo guidato meno della scorsa giornata: solo 7 ore.

La cosa che più ci ha colpiti è stato scoprire come dall'Illinois al Missouri, il paesaggio della Route 66 sia cambiato nettamente, portandoci a percorrere piccole e strette vie che si perdono all'infinito fra foreste e grandi pianure, ponti di ferro e grandi distese con strade tutte dritte. Credo abbiamo scavalcato l'orizzonte un paio di volte e abbiamo pure rischiato un mezzo incidente cercando di schivare un cane improvvisamente apparso in mezzo alla strada. Comunque sia, nonostante la pioggia abbia pesantemente influenzato la nostra velocità di crociera, alla fine siamo riusciti ad arrivare a Springfield. La nostra meta di giornata.

 

La città dei simpson, con la piazza che ha ispirato quella della famosa serie e famosa per essere il luogo in cui è nata la Route 66, in realtà non offre granché. E' la classica cittadina del Midwest tranquilla e pacifica. Nient'altro.

Quello che non ci aspettavamo, invece, è avvenuto dopo: usciti da Springfield e desiderosi di guadagnare qualche km sulla tabella di marcia proseguendo, ci siamo imbattuti in una pompa di benzina, dove abbiamo fatto conoscenza con il sig.re GayPatterson, l' ex-proprietario di questa stazione sulla Route 66, che ci ha ospitato dentro il suo chiosco e ci ha dato delle interessanti notizie su cosa vedere nelle prossime tappe della Route. Si vedeva nei suoi occhi la voglia di raccontare, con il suo accento e le sue battute sugli asini che sarebbero diventati i nostri migliori amici nel Texas fino a che avremo avuto carote da offrirgli, e ci ha permesso di comprendere come le persone da queste parti siano completamente diverse dagli smorfiosi e freddi newyorkesi.

Inoltre, poco prima che calasse il sole, abbiamo avuto l'occasione di incontrare la vera bellezza della Mother Road, così come la chiamano gli abitanti della Route 66, poco prima di arrivare a Carthage, in un minuscolo villaggio chiamato Red Oak: una minuscola comunità dove il tempo sembra essersi fermato, con case in stile anni 40 nel mezzo dei campi di grano del Missouri. Un totale salto indietro nel tempo. 

 

Il nostro viaggio prosegue domani con la 4° tappa, destinazione: Oklahoma City.

 

Attraverseremo il Kansas per arrivare in Oklahoma, e nonostante la quantità incredibile di mucche incontrate finora lungo la strada, chissà cosa ci riserberà la Route 66? 

 

Letture:3826
Data pubblicazione : 15/05/2014 05:29
Scritto da : Iacopo Luzi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications