Attualità
Raccolta differenziata a Casabianca. L'immondizia finisce in mezzo alla strada. Il consigliere Romanella si fa portavoce della protesta dei residenti. GUARDA LE FOTO

Sacchetti dell'immondizia abbandonati lungo le strade, direttamente sui marciapiedi o negli spazi dove fino a qualche giorno fa si trovavano i vecchi bidoni della spazzatura. Il brusco passaggio alla raccolta differenziata ha mandato in tilt il quartiere di Casabianca.

Raccolta differenziata a Casabianca. L'immondizia finisce in mezzo alla strada. Il consigliere Romanella si fa portavoce della protesta dei residenti. GUARDA LE FOTO

Colpa di alcuni cittadini non proprio disciplinati che non si sono adeguati (per pigrizia o disinformazione) alle nuove regole ma allo stesso tempo è venuto a mancare un passaggio graduale da parte dell'Asite. Un gruppo di residenti, esasperato dai rifiuti abbandonati in strada, ha appeso un cartello: “La monnezza buttatela sotto casa vostra! Questa non è una discarica!”. In Via Gaspare Pazzi i sacchetti dell'immondizia vengono tirati dentro i giardini dei condomini o lasciati direttamente in strada. L'Asite passa, incolla un adesivo giallo con su scritto 'conferimento non conforme' e se ne va. A farsi portavoce delle tante segnalazioni è il consigliere comunale Luciano Romanella:“Premesso che non vuole essere una giustificazione per quelle persone indisciplinate, va anche detto che andava studiato un passaggio graduale e non così brusco come fatto dall'Asite. Una sola riunione è insufficiente per informare tutti. Su una popolazione di oltre 2 mila abitanti, organizzare un unico incontro serale al quale hanno preso parte circa 200 persone non rappresenta una campagna informativa adeguata. Così come le semplici lettere. Pensate ad una famiglia, ad un anziano, a chi per impegni non poteva essere presente all'incontro, e a tutti coloro che fino ad ora non si erano mai posti il problema della differenziata. Un cambiamento di punto in bianco così brusco rappresenta un problema. Serviva un passaggio graduale, magari togliendo gran parte dei bidoni per l'indifferenziata ma lasciandone ancora qualcuno. L'Asite deve prendere per mano il cittadino in un passaggio graduale”. Ora la situazione è quanto mai problematica, soprattutto in un periodo in cui i visitatori della costa aumentano giorno dopo giorno. Sicuramente vedere i sacchi dell'immondizia gettati a terra non è un bello spettacolo.

Letture:2969
Data pubblicazione : 22/05/2014 11:49
Scritto da : Paolo Paoletti
Commenti dei lettori
8 commenti presenti
  • palmense

    23-05-2014 14:19 - #8
    x@Acqua di Rose: Lei giustifica chi lascia sacchetti di immondizia vicino ai cassonetti di differenziata perchè c'è stata poca informazione nel passare alla raccolta differenziata?
  • Acqua di rose

    22-05-2014 20:55 - #7
    I controlli sono inesistenti. A Porto Sant'ELPIDIO la differenziata? Ma se da sempre venivano a scaricare interi sacchi neri a Lido San Tommaso proprio per evitare di farla, e si parla anche di attività ristorative, artigianali ed industriali. Tutti han fatto la raccolta differenziata a modo proprio. È normale che si segnalino queste cose. È facile fare la politica da dietro la tastiera. Metteteci la faccia.
  • palmense

    22-05-2014 18:45 - #6
    Ma cosa dite?Ma dove vivete?"Pensare che dalla mattina alla sera un cittadino sia pronto ed educato alla differenziata" Ma il litorale sud e Salvano è dal 2010 che fa la differenziata, Porto San Giorgio idem, Porto Sant'Elpidio pure, solo Casabianca era rimasta a non differenziare ed i cittadini non sapevano?Cosa?Che la carta va con la carta e la plastica sulla plastica??Ditemi che magari i primi tempi si può sbagliare a conferire, il tetrapack sull'indifferenziato piuttosto che sulla carta....Ma se un cittadino lascia sacchetti indifferenziati di fianco a cassonetti del vetro non c'è educazione o comunicazione sbagliata che tenga, questi comportamenti sono da INCIVILI che se ne fregano degli altri. Altro che lotti di Casabianca!
  • alonso

    22-05-2014 18:16 - #5
    non si riuscira' cosi' a fare raccolta differenziata. Ci sono cittadini come ho visto che tutti i giorni portano i rifiuti indifferenziati per strada. Ci vorrebbero controlli sui sacchetti per vedere di chi sono e fargli una bella multa, e controlli dei vigili 24 su 24 specialmente a Lido 3 Archi dove svuotano direttamente con i camioncini rifiuti edili.
  • robpierre

    22-05-2014 17:32 - #4
    Troppi passaggi bruschi. Poca comunicazione da parte dell'amministrazione comunale e dell'ASITE così distante dai cittadini i quali ormai non hanno più riferimenti. Su questo il consigliere Romanella ha pienamente ragione. Come si può pensare che dalla mattina alla sera qualunque cittadino sia pronto ed educato correttamente alla raccolta differenziata? Serve presenza sul territorio e vicinanza ai cittadini, semplicità e dedizione, non grandi proclami, saccenteria e presunzione. Che poi portano all'esito che abbiamo visto con i lotti di casabianca.
  • Antonio

    22-05-2014 16:35 - #3
    Credo che sia arrivato il momento di monitorare 24 h su 24 i siti dove vengono abbandonati ogni genere di rifiuti con telecamere.Tenere aperte anche il pomeriggio le varie isole ecologiche e togliere dalle strade ogni tipo di cassonetto,così come si usa fare non in qualche Paese del nord Europa,ma ormai da 20 anni nel nord d'Italia. Così la smettiamo con le solite tiritere elettorali.Il decoro e l'igiene non hanno colore politico!!
  • Armandino. L

    22-05-2014 15:35 - #2
    Basta Romanella cavalacare inutili ed insignificanti lamentale. Si rivolga ai cittadini incivili e non alla pubblica amministrazione (ASITE) che svolge correttamente il suo lavoro. Cavalcare l'inciviltà significa scusare e non educare chi pensa di essere il più furbo, in questo caso aiutato anche dalla politica. La civiltà si dimostrata con gli atti e non con le parole o con gli urli. Quelle delle foto, sono soli, atti di persone incivili indegne di stare in una società, e sono le stesse che giustificano evasori, mancato rispetto delle regole e tutto quello che in altri paesi civili viene condannato e non giustificato come fa lei Romanella. Fare politica come ai tempi di Lauro è forse una prerogativa di pochi giustificare l'ingiustificabile è rimasta solo una sua prerogativa. Si evolva Romanella e la smetta di giustificare i suoi oramai pochi elettori.
  • Marco

    22-05-2014 12:19 - #1
    Vabe ma qua rasentiamo il ridicolo.. 3 sacchetti per terra in quel parcheggio dove storicamente la gente ci butta di tutto, dai calcinacci, piastrelle televisori e sedie rotte.. La differenziata è arrivata già in molti altri quartieri, per non parlare dei comuni della provincia.. Gli anziani stanno solo a lido di fermo? Il problema sono gli incivili, ma quelli ci sono sempre stati, differenziata o non.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications